Apertura iscrizioni corsi di yoga

Continua il relax delle vacanze con i corsi di yoga. Lunedì 1 ottobre iniziano i corsi con Domenico. dalle 20 alle 21.30, mentre il corso del venerdì lo terrà Aldo dalle 18.30 alle 19.45. Siete tutti invitati alle prove gratuite.

Lo yoga è una pratica che ha lo scopo di risolvere i problemi mentali e fisici, integrnado mente ecorpo. Gli insegnanti lavorano individualmente o in gruppo assistendovi in posture yoga a volta combinate con dialoghi di sostegno.

Per informazioni contattare la segreteria del Centro al 010 3626080 (da lunedì a venerdì dalle 15 alle 18) oppure scrivere a info@centroedelweiss.com

Partono con la scuola gli incontri musicali

Con l’inizio della scuola, partiranno sino a fine novembre, gli incontri musicali tenuti da Rita Maglia. Il programma prevede 10 incontri il mercoledì pomeriggio (orario ancora da definirsi) rivolti ai bambini dagli 8 agli 11 anni (3a – 5a elementare).

Il corso, di circa due ore, è propedeutico alla scelta di uno strumento musicale per i bambini che vorranno avvicinarsi a uno strumento nelle scuole medie. e prevede una prima parte dedicata ai giochi musicali, canti ed esercizi di ritmo , mentre la seconda ora è dedicta all’istruzione degli strumenti. Flauto dolce, flauto, violino, violoncello, chitarra e piano, saranno presentati da musicisti professionisti.

Il corso partirà se si raggiungerà la quota minima di 5 membri

Per info contattare Rita Maglia al 329.4137957

fotografia: nonzittitelarte.blog.tiscali.it

Bio ricette: zuppa di zucchini

La ricetta bio della Zuppa di zucchinice l’ha omaggiata una cuoca molto speciale, Annalisa. La nostra “chef” fa parte dei Contadini della vesima,  la collina che sovrasta il mare tra Genova e Arenzano. Sono in tutto tre le famiglie che abitano la collina e lavorano la terra come un tempo, senza pesticidi o veleni. I prodotti che nascono sono del tutto biologi e a km zero perchè venduti in loco ogni sabato mattina (dalle 10 alle 12) al Mercatino dei contadini della Vesima.

 

Ecco di seguito la ricetta:

Gli zucchini grossi sono snobbati dai molti invece sono buoni, economici e perfetti per preparare zuppe prelibate. Quella che vi consiglio richiede pochi ingredienti: due cipolle, qualche patata, tre zucchini grossi e tanta salvia (l’ingrediente che rende il piatto speciale). Tagliate la cipolla a pezzi, fatela rosolare con l’olio, quando è dorata unite gli zucchini a tocchetti e fate andare per un po’.

Aggiungete le patate, tanta salvia e coprite con acqua. Fate cuocere come per una minestra, passate con il frullino a immersione quando è cotta. Servite su crostini spolverizzando il tutto con pepe e formaggio grana e un filo d’olio. In pentola a pressione in mezz’ora si fa tutto.

Annalisa

fotografia: vitadaprecisina.com

Buone vacanze 2012

Cari soci, cari amici del Centro Edelweiss,

vogliamo, alla vigilia delle vacanze estive, ringraziarvi per la partecipazione alle nostre iniziative nella stagione 2011-2012, che sta giungendo al suo termine. Il Centro Edelweiss chiuderà le attività di segreteria e coordinamento durante il mese di Agosto, mentre continueranno quelle di seminari e corsi già programmati per questo mese.

Il 28 Agosto sarà possibile partecipare gratuitamente all’Hemi-Sync Workshop, condotto da Stefano Roverso, facilitatore del Monroe Institute Italia. Se siete interessati o anche lontanamente curiosi di capire in che cosa consiste questa neuro-tecnologia ideata per attivare la sincronizzazione dei due emisferi cerebrali, non perdete l’occasione.

L’8 e 9 Settembre riprenderanno le attività, questa volta con il corso Hemi-Sync e il 23 Settembre si terrà l’inaugurazione della Stagione 2012-2013, un evento a porte aperte cui chiunque, socio e non, potrà partecipare. Si tratta di una serata di festa, che portiamo avanti per tradizione, dove i nostri Operatori e Collaboratori vogliono regalare a chi parteciperà, uno sguardo generale sulle attività da loro svolte all’interno del Centro, attività personali, seminari, corsi, etc.

Potete trovare un’anteprima dei Seminari e Corsi che si terranno nella stagione 2012-2013, cliccando QUI.

Nell’augurarvi Buone Vacanze, lo Staff al completo del Centro Edelweiss vi porge i più cari saluti e vi invita alla festa di inaugurazione del 23 Settembre.

Arrivederci a Settembre

Siamo quello che mangiamo

 “Siamo quello che mangiamo” scriveva tanti anni fa il filosofo tedesco Feuerbach, ma chi controlla cosa mangiamo?
Come al solito nei mesi estivi si assiste ad un fiorire di servizio giornalistici che hanno per argomento la sicurezza alimentare, ultimo in ordine di tempo il servizio mandato in onda nell’edizione     del TG1 del 3 luglio delle ore 20,00 dove si argomentava sui pericoli per la salute umana che possono derivare dalla abitudine sempre più estesa di consumare pesce crudo.
In particolare si puntava l’attenzione sulla marinatura dei pesci, quella delle alici, e su alcune spiacevoli sorprese a causa di un parassita che si trova nelle carni dei pesci. Il parassita si chiama Anisakis simplex è un nematode normalmente presente come parassita intestinale in numerosi mammiferi marini (delfini, foche, etc.) ed ospite intermedio, nel suo stadio larvale, di molti pesci tra cui tonno, salmone, sardina, acciuga, merluzzo, nasello e sgombro. L’anisakis è estremamente diffuso, poiché è presente in più dell’85% delle aringhe, nell’80% delle triglie e nel 70% dei merluzzi.
Tutto bene fin qui se non fosse che nessuno gli intervistati (pescivendolo, ristoratori, medico nutrizionista) effettua i controlli sui prodotti della pesca , controlli che i regolamenti comunitari affidano ai veterinari delle Asl .
Non si capisce allora con quale base scientifica un pescivendolo possa parlare di Anisakiasi e conseguenti metodi di risanamento: sarebbe come se si chiedesse ad un veterinario come si cucina il risotto alla crema di scampi piuttosto che l’insalata di gamberi alla catalana! Dunque a ciascuno il suo mestiere, se non altro perché le informazioni divulgate attraverso i media raggiungono vaste fasce di popolazione e pertanto devono provenire da fonti qualificate., trattandosi di sicurezza alimentare e quindi della nostra salute!�
Credo che sia corretto e doveroso divulgare a tutti i cittadini che i veterinari non si occupano solo di cani e gatti ma controllano quotidianamente tutti gli alimenti di origine animale (cani, prodotti ittici lattte e formaggi, salumi,uova,miele e piatti ottenuti assemblando tutti questi ingredienti), ovvero una quota non indifferente di quello che ogni giorno finisce nei nostri piatti.   �
E allora la nostra proposta costruttiva è quella che i giornalisti si rivolgano alll’Ordine dei Medici Veterinari, ogni qualvolta si debbano realizzare servizi che trattano di alimenti di origine animale e delle conseguenze igienico sanitarie che questi possono avere sulla nostra salute : verranno segnalati i professionisti più qualificati per discettare sul quel determinato argomento equesto nella convinzione che solo attraverso la collaborazione interdisciplinare si possa fornire alla popolazione una informazione basata sull’evidenza scientifica, chiara e credibile.     �
Cordiali saluti    �
Il Presidente    �
Dottssa Donatella Loni

fonte:  F.I.A.M.O.

Il Tao della coppia

“La nostra casa rispecchia le nostre dinamiche interiori e il nostro mondo relazionale.
La condizione vitale di salute e felicità profonda si raggiunge quando le nostre parti (il bambino interiore, il maschile e il femminile) sono in equilibrio ed interagiscono fra loro in modo costruttivo. Quando ciò accade, riusciamo finalmente a creare relazioni di coppia mature e gioiose.
L’ambiente in cui viviamo e che organizziamo in risonanza con noi ci rappresenta e rispecchia le nostre dinamiche profonde, esprimendo equilibri e disequilibri.  Inoltre nel tempo continua a risuonare con la nostra vibrazione emozionale.

La consulenza Feng Shui consiste nell’analisi della casa e nel suo riequilibrio attraverso la riorganizzazione delle funzioni, degli arredi, dei colori, delle luci, dei materiali… che vengono scelti partendo dalla conoscenza delle esigenze uniche dei  suoi abitanti.
L’analisi Feng Shui può essere riassunta come il riequilibrio di due principi complementari chiamati Yin e Yang la cui relazione è rappresentata nel simbolo del Tao. La parte bianca del Tao rappresenta l’energia maschile yang, attiva ed estroversa, mentre la parte nera rappresenta il principio femminile yin, ricettivo ed introverso.

Nell’abitazione, l’equilibrio di questi due principi si verifica attraverso l’orientamento della casa, la disposizione delle funzioni interne, l’analisi della struttura energetica spaziale complessiva, l’appropriatezza dell’asse principale (retro-facciata, detto anche asse tartaruga-fenice) e dell’asse secondario (chiamato asse drago-tigre).
Secondo i principi del Tao, il benessere del maschio della casa si legge inoltre nelle stanze sud e nord-ovest, così come la vitalità della femmina si esprime nelle stanze che si trovano a nord e sud-ovest.
Infine, grande importanza viene data ai luoghi nei quali si trascorre molto tempo, in particolar modo alla camera da letto, nella quale sentirsi rilassati e protetti, anche dalle invasioni della propria privacy.
Il qi (energia) della camera da letto deve essere calma, sensuale, morbida, accogliente e vitale, che aiuti la coppia sia nel sonno che nell’incontro.”
                                                                                                      
                                                        Barbara Sabrina Borello, architetto specializzata in Feng  Shui

 

BaBo Design
cell. 339.1310737
info@babo-design.it
www.babo-design.it

Il grano Saraceno, un detergente naturale

“Molte volte siamo portati a pensare che qualsiasi prodotto che dobbiamo usare per la pulizia della casa, o ancor più per l’igiene personale, debba essere qualcosa di complicato, misterioso, composto da una miriade di ingredienti dai nomi impossibili ed incomprensibili e, perchè no, anche costoso, perchè sicuramente garanzia di alta qualità. Ebbene io voglio indicarvi la sostanza più semplice, efficace, ecologica ed economica che si possa usare: la farina di grano saraceno.

Provate è davvero meraviglioso! Basta versarsi sulle mani un pò di questa farina come fosse un detergente in polvere, bagnarsele e strofinarsele. Spariranno immediatamente l’unto, l’eventuale odore forte di altre sostanze maneggiate in precedenza ( tipo benzina e gasolio , per cui questo tipo di detergenza è consigliata persino per chi lavora in officina). Ma quando ci si asciugherà le mani queste saranno morbide e questa morbidezza rimarrà anche nelle ore seguenti. Si può usare anche in doccia, come sapone e leggero scrub per la pelle. Sempre con la farina di grano saraceno si può pulire il lavandino, sia quello della cucina che quello del bagno. Si versa e si pulisce con una spugnetta. Avete mai pensato che ci potesse essere un qualcosa di più semplice, economico, ecologico ed efficace?”

da:
Pulizia ecologica della casa e igiene personale con sostanze naturali di Aura Orlando (Aura Energy Center)


Aura Orlando tiene seminari sulla pulizia ecologica della casa e sull’igiene personale con sostanze naturali presso il Centro Edelweiss. (Leggi dettagli)

 

Abitare e vivere secondo natura – Quando la Naturopatia incontra il Feng Shui

 

”La casa è il vostro corpo più grande./ Essa si espande nel sole e dorme/

nella quiete della notte,/ e non è senza sogni.”

Khalil Gibran

“Sentire e vivere secondo natura, sia dal punto di vista della nostra natura interna, ovvero del proprio Sé (Progetto di vita) sia dal punto di vista dell’ambiente esterno che ci circonda – in particolar modo la casa – e che riflette le nostre dinamiche interiori.

I laboratori sono stati pensati come incontri interattivi e dinamici, in cui i partecipanti portano, se lo desiderano, le proprie esperienze e richieste specifiche, lavorando su di sè e sulla propria struttura abitativa. I laboratori di Naturopatia e Feng Shui sono stati programmati a distanza di due settimane e affrontano gli stessi temi da punti di vista diversi e complementari, in modo da sostenere una trasformazione (trasmutazione) su più piani. Anche se i due corsi sono autonomi, seguiti in parallelo possono offrire una panoramica completa e gli strumenti di lavoro per un incontro vero con se stessi e con il proprio spazio di vita.

È un corso a cui crediamo molto, nella prospettiva dell’integrazione della parte maschile (logico-razionale) con la parte femminile (analogico-intuitiva) del cervello umano e delle relative discipline occidentali ed orientali. L’integrazione, quindi la fine del conflitto, determina la manifestazione della parte profonda, autentica, reale dell’individuo”.

Barbara Sabrina Borello e Marco Fardin

CALENDARIO PROSSIMI LABORATORI

FENG SHUI, mercoledì 30 maggio, ore 20.30 – 22.30,registrazione dalle ore 20.00

Come posso accrescere la sensazione di sicurezza e protezione per dormire, nutrirmi meglio, accogliere e perseguire i miei sogni? Focus sulla camera da letto e la cucina: riposo, condivisione e trasformazione del nutrimento, le funzioni essenziali per l’animale-uomo. Conduce Barbara Sabrina Borello, architetto e consulente Feng Shui con la partecipazione di Marco Fardin,, naturopata.

NATUROPATIA, mercoledì 13 giugno, ore 20.30 – 22.30,registrazione dalle ore 20.00

Superare confini e schemi mentali attraversola volontà e la responsabilità di mettere in pratica i propri desideri profondi. Conduce Marco Fardin, Naturopata e consulente in discipline bio-naturali con la partecipazione di Barbara Borello, architetto e consulente Feng Shui

FENG SHUI, mercoledì 27 giugno, ore 20.30 – 22.30,registrazione dalle ore 20.00

Yin e Yang, riposo e attività…la tua parte femminile e la tua parte maschile sono in equilibrio? Focus sulla sala e lo studio: accoglienza e relax, attività mentale e concentrazione…in casa e nel nostro stile di vita. Sintesi generale. Conduce Barbara Sabrina Borello, architetto e consulente Feng Shui con la partecipazione di Marco Fardin,, naturopata.

Per informazioni:

arch. Barbara Sabrina Borello

www.babo-design.itcell. 3391310737 info@babo-design.it

Marco Fardin, naturopata

cell.320 1843977   e-mail marcofardin@yahoo.it

www.coscienzacreativa.com

http://coscienza-universale.blogspot.com

www.anptranining.net

MIP 5, MAGGIO DI INFORMAZIONE PSICOLOGICA 2012

In occasione del M.I.P. (Maggio di Informazione Psicologica) la Dott.ssa Cristina Pace, psicologa, offre a chiunque fosse interessato, un incontro gratuito nel mese di Maggio. presso il Centro Edelweiss. Per fissare un appuntamento contattare la Dott.ssa Pace (pagina della dott.ssa Cristina Pace)

 

COS’È IL MIP?

Il MIP, Maggio di Informazione Psicologica, WWW.PSICOLOGIMIP.IT, edizione 2012, è una campagna di prevenzione del disagio psichico di respiro nazionale. Nasce nel 2008 da un’iniziativa di Psycommunity, la più grande comunità virtuale degli psicologi italiani, e da allora persegue gli obiettivi di diffondere un’adeguata cultura del benessere psicologico; sensibilizzare alla prevenzione del disagio psichico; facilitare l’incontro con lo psicologo e lo psicoterapeuta; divulgare corrette informazioni, sfatare pregiudizi e stigma sociale; incoraggiare e promuovere la cultura psicologica in Italia; far conoscere gli ambiti di applicazione della psicologia; fare chiarezza sulla professionalità dello psicologo e dello psicoterapeuta. Circa 20.000 le persone che nel corso delle quattro precedenti edizioni si sono avvicinate alla psicologia attraverso il MIP. 1150 gli incontri e i seminari svolti, aperti al pubblico gratuitamente, su qualunque ambito della psicologia. Più di 2500 i professionisti che hanno messo gratuitamente la propria esperienza e le proprie conoscenze a disposizione delle persone, incontrandole e fornendo informazioni sulla prevenzione, sul benessere psicologico, sulla psicologia e sugli psicologi ed erogando colloqui clinici a chi ne facesse esplicita richiesta. Gli psicologi del MIP si impegnano per consentire a tutti di accedere alla prevenzione e tutelare il proprio benessere psichico, in linea con le direttive della Comunità europea che, proprio nel giugno del 2008, subito dopo la conclusione del primo MIP, ha varato il Patto per la salute e il benessere mentale. E anche quest’anno promuovono, con mezzi propri, la diffusione della cultura psicologica nel nostro paese.

COME PUÒ AIUTARTI LO PSICOLOGO?

Consultare uno psicologo, in queste fasi della nostra vita, significa darsi la possibilità di considerare un momento difficile da un altro punto di vista, scoprendo che anche dal proprio disagio possono emergere nuove potenzialità e insospettati orizzonti. Ma soprattutto vuol dire imparare nuove competenze e nuove strategie. Lo psicologo è il solo professionista in grado di aiutare chi si trova in stato di disagio cronico o momentaneo a scoprire “come” ripartire e riorganizzare la propria vita in maniera più adeguata ai propri bisogni. Lo psicologo aiuta le persone ad affrontare gli ostacoli che impediscono lo sviluppo delle proprie potenzialità, accompagnandole nella scoperta di se stesse e delle proprie risorse. Per questo è utile andare dallo psicologo anche per conoscere meglio se stessi, per scoprire le proprie capacità e imparare a utilizzarle in maniera efficace.

PERCHÉ FARE PREVENZIONE PSICOLOGICA?

Un intero mese ogni anno, Maggio, dedicato alla prevenzione perché, come in qualsiasi altro settore sanitario, la prevenzione è possibile e indispensabile anche in ambito psicologico. In psicologia il concetto di prevenzione può essere inteso come l’insieme delle azioni che consentono di ridurre i fattori di rischio che conducono alla strutturazione di un determinato disturbo. Ma, allo stesso tempo, nel caso in cui la sofferenza psichica sia già presente, l’intervento psicologico impedisce che il disagio stesso si aggravi. Curiosamente, nel nostro paese, questo importante aspetto della nostra salute viene spesso trascurato.

NON C’È SALUTE SENZA SALUTE MENTALE

Da oltre Manica invece ci giunge questo monito che è anche una petizione di principio: “No Health without Mental Health”, “Non c’è salute senza salute mentale”. Il Governo del Regno Unito ha infatti deciso di porre al centro della propria azione di intervento la promozione del benessere psichico. Di recente anche il mondo dell’economia si è occupato di salute mentale e benessere psicologico, domandandosi quale tipo di società li promuova meglio. Si è giunti alla conclusione che solo società prospere, senza grosse disuguaglianze sociali, con elevati livelli si sicurezza possano garantirli. Per questi motivi bisognerebbe agire sulle condizioni socio-economiche, ma anche sugli atteggiamenti e sulle abitudini delle persone. Il PIL, prodotto interno lordo, non è più considerato un indicatore esaustivo del benessere di una società e dei suoi individui. L’OCSE, nel rapporto “How is life?”, individua degli indicatori di benessere che possono essere raggruppati in tre macro aree: condizioni materiali, qualità della vita, sostenibilità. Sulla scorta di queste indicazioni, il Comitato d’indirizzo Cnel-Istat ha pubblicato sul sito www.misuredelbenessere.it un’inchiesta incentrata su 12 dimensioni, tra le quali spiccano la salute fisica e mentale e il benessere percepito soggettivamente.

INVESTIRE SULLA SALUTE MENTALE

Eppure, proprio in tempo di crisi economica, quando il disagio psichico, già ampiamente diffuso tra la popolazione, tende ad aumentare, come dimostrano recenti studi compiuti dall’OMS e resi noti nell’Atlante della Salute Mentale del 2011, poco viene investito per la promozione della salute psichica. In occasione della giornata mondiale della salute mentale, il 10 ottobre 2011, il tema è stato “Investire nella salute mentale”. L’obiettivo dell’OMS è infatti quello di aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica su questi temi e di promuovere la discussione sull’importanza della prevenzione e della promozione del benessere psichico. Si rafforza perciò l’urgenza di aumentare le risorse per la cura della salute mentale nei paesi più poveri, ma anche in quelli a più alto reddito.

E’ ARRIVATO IL TEMPO DI CAMBIARE!

“Tempo di cambiare” (Time to Change) è il più impegnativo tentativo mai realizzato da un paese membro della Comunità europea di porre fine allo stigma e alla discriminazione sociale cui vanno incontro le persone con problemi di salute mentale. 20 milioni di sterline sono stati messi a disposizione per questo progetto, che si svilupperà nell’arco di alcuni anni, dal Ministero della Salute inglese e dall’ente filantropico Comic Relief. Lo scopo è quello di fornire alle persone comuni l’opportunità di imparare cosa voglia dire avere un problema di salute psichica. Il programma, che inizialmente sarà tarato con un lavoro specifico in una comunità dei Caraibi, ha come obiettivo quello di contribuire a cambiare atteggiamenti e comportamenti di massa nella popolazione inglese.

Il tempo è sostenibilità: riprendiamocelo

22 settembre 2011

Alessandro Farulli
«Nel breve arco di sei o sette generazioni, la tecnologia ha determinato una rapida trasformazione di una scala che è rimasta immutabile per millenni nella mentalità umana. Grazie alla tecnologia il tempo tradizionalmente necessario per produrre un bene, scavare un tunnel, trasportare merci e persone da un punto all’altro del pianeta, fornire informazioni e fare un calcolo è sensibilmente diminuito. (…) Nel termini della quantità di tempo necessaria per la produzione, il trasporto o la comunicazione, il valore di un’ora in questo mondo è aumentato fino a quello che – nel vecchio mondo – era il valore di un mese, un anno o un decennio». Lo sostiene in un libro, considerato il suo testamento intellettuale, l’economista Tommaso Padoa-Schioppa (Nella foto), recentemente scomparso, di cui oggi il Corriere della Sera pubblica uno stralcio. Il tempo, dunque, quello che anche per colui che ha aperto la via alla moneta unica fa venire il fiato corto alle democrazie. Una tesi anche da noi sostenuta come una delle variabili a cui metter mano per contrastare la crisi mondiale. E’, infatti, il mercato che detta i “tempi”, che detta «l’agenda politica economica» creando così un ulteriore divario nel divario già enorme tra «lo spazio di azione dei mercati e quello delle politiche pubbliche». Una situazione dove «le istituzioni preposte alle politiche necessarie per sostenere i mercati continuano a fare capo esclusivamente agli Stati-nazione, che interpretano la sovranità in termini assoluti e rifiutano di riconoscere un’autorità superiore alla loro».
Per Padoa-Schioppa si può dire senza mezzi termini che ad oggi i «policy maker» hanno «abdicato alle loro responsabilità istituzionali». Da qui una crisi senza precedenti. Crisi politica quindi, ancor prima che economica, che è poi e anzi sua diretta conseguenza.
Questo, secondo l’economista, ha generato “l’ottica di breve periodo” considerata ‘insidiosa poiché non considera i molti aspetti della vita umana e della realtà economica per cui la scala temporale non è cambiata. Una prospettiva di breve periodo può prolungare una bolla e ritardare il momento in cui si impongono nuovamente i fondamentali economici; non può sostenere in modo permanente ciò che non è sostenibile. Se cerca di farlo, diventa una forma di illusione temporale destinata a terminare con un brusco risveglio». Visione confermata dal livello raggiunto dalla finanziarizzazione informatizzata appunto dell’economia che ha schiantato definitivamente qualsiasi possibilità di risposta progettuale. Per questo da tempo riteniamo che o si agisce per ripristinare proprio i tempi di riflessione umana e collettiva subordinando le azioni finanziarie ai tempi della prima o sarà il default delle economie occidentali.
E questo porta con sé altre riflessioni, basti pensare all’ecologia e a cosa questa accelerazione comporta in termini di consumi di energia e di materia. L’aggravante, poi, è che se qualcuno pensa – o pensava – che paradossalmente la risposta “migliore” al momento potesse arrivare da quelli Stati-nazione (vedi la Cina) in grado di prendere decisioni in tempi quasi vicini a quelli dell’economia informatizzata, oggi può fare una riflessione di fronte alle immagini che arrivano proprio del Dragone. Si chiamano città fantasma (http://www.repubblica.it/esteri/2011/09/22/foto/cina_su_google_maps_le_citt_fantasma-22035800/1/) visibili solo grazie alle foto scattate dal satellite di Google Maps e che mostrano migliaia di case, edifici e strade deserte. Città come Kangbashi, costruita in cinque anni e pronta ad ospitare 1,5 milioni di persone mai arrivate. Si tratta del fenomeno della bolla speculativa «che ha spinto il governo cinese a creare altre soluzioni abitative rimaste però un flop. Sono circa 64 milioni le case disabitate delle 20 città che ogni anno vengono edificate nelle distese meno popolate dell’enorme territorio cinese».
La globalizzazione, che prometteva benessere e democrazia, ci ha sottratto il tempo, cioè la stessa possibilità di esercitare la democrazia da parte degli esseri umani, che è socialità e incontro. Il benessere si è trasformato in consumo. L’erosione del tempo, la schiavitù del lavoro (per chi ce l’ha) e l’ossessione del lavoro (per chi non ce l’ha) hanno costretto la liberazione umana in un recinto ben guardato, dai poteri dittatoriali dove ci sono e dalla manipolazione dei media e delle informazioni dive le democrazie di mercato somigliano sempre più ad un mercato della democrazia. Il nostro tempo è obbligato dalle due funzioni di consumatori e spettatori e la cittadinanza diventa un’optional elettorale o addirittura un atto sovversivo se esce dal recinto dell’ovvietà massificata.
Per una visione lunga, che è pianificazione, che è sostenibilità, bisogna riappropriarsi della variabile tempo. Adattarsi non è possibile. Servono regole e servono regole condivise. Anche perché queste accelerazioni temporali che dovevano darci più tempo, purtroppo ce lo hanno tolto, e il prezzo da pagare è altissimo. Il tempo non è più solo denaro, ma è sostenibilità.