22 SETTEMBRE open day MASTER PROFESSIONE COACH

La Scuola di Coaching di FC Consulting apre le porte per la presentazione di

MASTER PROFESSIONE COACH (LIFE, BUSINESS E SPORT)

(per programma dettagliato www.formazioneconsulting.com, voce news )

Progettato per chi lavora, con formula weekend e recupero delle ore che non si riesce a frequentare, anche in modalità FAD (Formazione a distanza). Possibilità di frequentare anche singoli moduli. Attestato finale, docenti esperti, molti casi pratici e taglio esperienziale; rilascia crediti formativi validi al livello nazionale.

FC è sede unica del Coaching Club Liguria. http://www.associazionecoach.com

Il Corso, per diventare Esperti di Coaching, è rivolto alle persone interessate ad un percorso personale e anche a chi vuole farne una professione, riconosciuta dalla L.4/2013

Il partecipante imparerà ad affrontare i problemi e a cercare nuove soluzioni con le metodologie del Coaching umanistico integrato, PNL, AT, Gestalt.. Docenze

interattive, esempi pratici e video verranno attivati per il massimo dei risultati. Attraverso esercitazioni e riflessioni individuali, i Coach facilitano nuova consapevolezza del grado di possesso delle competenze richieste dal contesto e dal ruolo ricoperto, sostengono nell’identificare le competenze da migliorare e sviluppano la motivazione ad investire tempo ed energia sul proprio miglioramento.

L’attività di Training di gruppo è un laboratorio di esperienza finalizzato allo sviluppo delle competenze e all’apprendimento di strumenti pratici di successo.

Durata: ottobre/aprile, un venerdì (h 14/19) e un sabato (h 9/18) al mese. Il percorso totale è di 80 h + stage e autoapprendimento.

Al termine del percorso formativo Attestato di Esperto in Coaching e sarà possibile presentare domanda di iscrizione all’

AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

Per informazioni : F&C Consulting

Piazza Palermo 5/35, Genova – cell. 347 5340379

f.curi@formazioneconsulting.com – www.formazioneconsulting.com

Presentazione del corso di pittura 2015/2016 per bimbi e adulti

IL GRUPPO DI PEDAGOGIA STEINERIANA I BRICCHETTI E’ LIETO D’INVITARVI SABATO 26 SETTEMBRE ALLE ORE 18:00 ALL’ EDELWEISS PER L’INIZIATIVA, RIVOLTA AGLI ADULTI, A CURA DELLA MAESTRA CLAUDIA SCALA:

“PRESENTAZIONE DEL CORSO DI PITTURA 2015 – 16 PER BAMBINI E ADULTI”
spunti teorici ed esercitazione pratica dell’acquerello. ( ingresso libero- posti limitati)

La serata sarà dedicata alla percezione del colore colto nella sua volontà/essenza a prescindere dalla tecnica o dalle intenzioni di chi dipinge.
Il colore sarà affrontato dalla prospettiva dell’ antropologia di Rudolf Steiner: come anima del mondo e come sfumature dell’interiorità umana. Il tutto verrà correlato al percorso di ascolto della fiaba che fa il bambino prima del lavoro pittorico, fiabe che la maestra racconta durante il laboratorio, tratte dalle tradizioni popolari.

L’incontro serale è rivolto a tutti, soprattutto a coloro che desiderano incontrare il colore senza aver mai conosciuto un pennello!!

Nuova stagione del corso Professione coach

coachPer la nuova stagione alle porte segnaliamo ai nostri lettori il corso PROFESSIONE COACH condotto dalla nostra socia Francesca Curi. Potete contattare l’operatrice per avere informazioni in merito.

Liberi di essere se stessi

Cambiare nella vita, nel lavoro e nello sport

F&C Consulting, sede del COACHING CLUB LIGURIA AICP, organizza a Genova presso il Centro Edelweiss un Corso di Life, Business e Sport Coach. Il Corso, riconosciuto a livello nazionale, per diventare Esperti di Coaching, è rivolto alle persone interessate ad un percorso personale e anche a chi vuole farne una professione.

Il partecipante imparerà ad affrontare i problemi e a cercare nuove soluzioni con le metodologie del Coaching umanistico integrato. Docenze interattive, esempi pratici e video verranno attivati per il massimo dei risultati.

Durata: inizio 30 ottobre 2015, termine 15 aprile 2016, un venerdì (ore 14/19) e un sabato (ore 10/17) al mese. Il Corso è diviso in moduli, ed è possibile anche iscriversi ad un singolo modulo. Il percorso totale è di 80 ore + ore di stage e autoapprendimento.

Al termine verrà rilasciato l’Attestato di Esperto in Coaching e sarà possibile presentare domanda di iscrizione all’ AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

PER INFORMAZIONI: Centro Edelweiss Piazza Palermo 5/35, Genova

(segreteria 010-3626080 tutti i pomeriggi 15/18) oppure 347 5340379 / info@formazioneconsulting.com

Lettura: "Succhi + Per depurarsi, guarire e vivere sani"

succhiDi Kara M. L. Rosen

Difficoltà a dormire?

Pelle opaca?

In generale, vi mancano le energie?

È il momento di fermarvi e purificarvi; questo libro vi offrirà la cura e la ricetta del succo che fanno al caso vostro. Riavviate il sistema e ritrovate equilibrio e salute con la forza di frutta e verdura!

50 nutrienti ricette vi daranno una deliziosa carica: succhi verdi, di verdura, di frutta, con radici e latti a base di frutta secca, tutti accuratamente bilanciati e formulati.

Sia che abbiate intenzione di seguire un programma di depurazione rigorosa, sia che abbiate semplicemente voglia di inserire questi sorprendenti succhi nella vostra dieta quotidiana all’insegna del benessere, questo libro vi dirà tutto quello che dovete sapere per depurarvi, preparare le ricette e alimentare il vostro corpo per essere al massimo.

Fitoterapia: consigli per punture di insetti e meduse

Passeggiando in un prato o facendo un bel bagno in mare possiamo incappare in animaletti molesti che, talvolta per difendersi, ci possono aggredire in maniera piuttosto dolorosa. Vediamo come possiamo intervenire.

Punture di ragno. Cosa si può fare: se la pelle si presenta rossa, gonfia e pruriginosa, generalmente è sufficiente lavare bene con acqua e sapone di Marsiglia, applicare un panno freddo o ghiaccio e poi crema di Calendula o gel di Aloe.

Punture di medusa Il contatto con le meduse può scatenare bruciore e dolore molto intensi. Cosa si può fare: lavare la parte colpita con acqua marina e bicarbonato (non usare acqua dolce), poi applicare un gel al cloruro di alluminio.

Punture di vespa, calabrone o ape Sono generalmente punture molto dolorose. Cosa si può fare: applicare localmente del ghiaccio per fermare l’infiammazione e poi Tintura Madre o crema di Calendula oppure olio essenziale di Lavanda puro.

Punture di zanzara Cosa si può fare: per lenire il prurito rapidamente si può sfregare sulla pelle la buccia di un limone oppure preparare un composto con miele e bicarbonato di sodio. L’olio essenziale di Lavanda e la crema di Calendula sono molto efficaci contro il gonfiore e per evitare che la pelle si infetti a causa del grattamento, per le proprietà antibatteriche naturali.

Validazione dell'omeopatia

Articolo tratto da fiamo.it

L’Omeopatia, nata e cresciuta al di fuori dall’alveo della scienza ufficiale medica, è stata da sempre oggetto di contestazioni e tentativi di limitazione o addirittura di soppressione. Esiste un movimento ideologico storico, articolato ma coerente, datato oramai da due secoli, che è completamente dedicato a contrastare l’Omeopatia. In verità è una cosa veramente singolare il fatto che rispettabili uomini di scienza e di cultura si siano dedicati e si dedichino tuttora a screditare l’Omeopatia con tanto alacre impegno: è veramente un caso unico nella storia della scienza.

Tuttora periodicamente vengono effettuate su scala mondiale campagne stampa contro l’Omeopatia. Sulla scia dei maggiori organi di stampa si accodano poi spesso i comunicatori minori che fanno da cassa di risonanza: un vero e proprio “linciaggio” mediatico ben organizzato.
Gli argomenti proposti dai detrattori della Omeopatia sono sempre gli stessi:
l’Omeopatia non è valida:
– in via di principio farmacologico perché utilizza medicinali a dosi infinitesimali;
– perché non sono stati ancora presentati lavori sufficientemente validi a supporto;
– agisce solo con effetto placebo.
E soprattutto, ogni volta si presenta la campagna stampa come una  – condanna “definitiva” e inappellabile dell’Omeopatia.  A tale proposito giova esprimere alcune considerazioni. In via di principio, il primo passo della conoscenza scientifica è l’osservazione del fenomeno; solo successivamente, e nei limiti del possibile, si prova a individuarne le cause e le modalità. Il fatto che non se ne conosca il meccanismo, non nega l’esistenza del fenomeno stesso.

La pretesa di negare “a priori” la validità terapeutica della Omeopatia solo in base o alla mancanza di molecole di principio attivo (caratteristica delle dosi infinitesimali), o alla scarsezza di lavori scientifici in merito, è illogica e scorretta proprio da un punto di vista scientifico.
A proposito poi delle dosi infinitesimali e dei lavori “insufficienti”, è possibile consultare i data-base di ricerca per trovarne innumerevoli.

Solo alcuni dati: dal 1950 al 2013 sono stati pubblicati in letteratura 188 studi in doppio cieco di cui 88 (=44%) con esito positivo e solo 10 con esito negativo. Inoltre, su 7 metanalisi, 6 hanno confermato l’efficacia clinica e statistica dell’Omeopatia: l’unica negativa (Shang/Eggers) è stata profondamente contestata, anche dal mondo accademico, per le manipolazioni faziose commesse a livello metodologico.
Sulla nota banca dati di medicina PubMed, alla voce “Homeopathy”
(http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed), a fine giugno 2015, sono presenti 5.078 lavori.
Si consiglia inoltre di consultare i seguenti siti scientifici, più specialistici:
L.M.H.I. Liga Medicorum Homeopathica Internationalis
http://www.lmhi.org/
http://www.lmhi.org/downloads/articles/lmhi-sc-framework-2014-march-13-2015.pdf

H.R.I. – Homeopathy Research Institute
https://www.hri-research.org/

G.I.R.I. – Groupe International de Recherche sur l’Infinitesimal
http://www.giriweb.com/

International Journal of Hig Dilution Research
http://highdilution.org/

Compendium of Abstract of Studies on Extracts, Homeopathy and high dilutions
http://researchinhomeopathy.org/wp-content/uploads/2015/06/Compendium-of-Papers-by-AR-Khuda-Bukhsh-et-al-2.pdf

Website of Prof. Paolo Bellavite – Università di Verona
http://www.paolobellavite.it/

WissHom – Wissenschaftlichen Gesellschaft fur Homoopathie
http://www.wisshom.de/

Non si afferma peraltro che i lavori citati siano del tutto esaustivi, ma certamente non sono pochi e si potrebbe e si dovrebbe almeno onestamente evocare il beneficio del dubbio. Per quanto riguarda l’effetto placebo, da sempre si fa notare la applicazione clinica dell’Omeopatia alla veterinaria, argomento difficilmente contestabile, e non a caso le ultime campagne stampa riguardano proprio la veterinaria omeopatica. Ovviamente solo in base a elucubrazioni statistiche e metaanalitiche, mai “dal vivo”.

Segnaliamo di passata che da qualche anno esiste anche la disciplina omeopatica “Agro-omeopatia”, cioè l’Omeopatia applicata alla agricoltura, sviluppata nell’Università di Bologna (Dip. di Scienze e Tecnologie Alimentari – Area Patologia vegetale). E a questo proposito si rende noto che a Milano, nell’ambito di EXPO 2015, è stato attrezzato l’ “orto omeopatico”, per chi volesse constatare dal vivo, e non in base a remote meta-analisi, l’azione “placebo” dell’Omeopatia sulle piantine di pomodori e di basilico.

Infine, a proposito dell’atteggiamento di condanna definitiva dell’Omeopatia come fulcro delle varie campagne stampa, si fa notare che nella ricerca scientifica nessun assunto è definitivo. La ricerca scientifica, quella vera, non dà mai dati definitivi. Quindi l’atteggiamento di condanna definitiva è antiscientifico e capzioso.

Per come viene trattato l’argomento Omeopatia dalla stampa mondiale, in derivazione da ambienti scientifici sedicenti attendibili, la Scienza viene degradata a “movimento fondamentalista e totalitario”, con i suoi processi sommari e il mal celato intento di soppressione violenta delle minoranze.

Si fa peraltro notare che
a) L’Omeopatia è ufficialmente accettata e normata in molti paesi europei ed extra europei;
b) in Italia l’esercizio dell’Omeopatia è riservata da sempre esclusivamente a medici e veterinari, categorie professionali ben qualificate a prendere in carico la cura dei malati;
c) l’Omeopatia è stata riconosciuta come “atto medico” nel 2002 dalla F.N.O.M.C.e.O. (Federazione Nazionale Ordini dei Medici e degli Odontoiatri);
d) il “rimedio” omeopatico è stato riconosciuto come “medicinale” (cioè utilizzato a scopo terapeutico) già dal 1992 a livello europeo e dal 1995 a livello nazionale italiano;
e) usufruiscono di cure omeopatiche 12 milioni di italiani, in genere esponenti delle fasce più colte della popolazione.

Chi volesse peraltro constatare dal vivo l’efficacia dell’Omeopatia, in buona fede e con vero spirito di ricerca, non deve fare altro che cercare un buon veterinario omeopata (telefonare alla F.I.A.M.O), mettersi al suo fianco per due o tre giorni e poi trarre le dovute considerazioni e conclusioni.

Lettura: "L'intestino felice"

l_intestino_felice_6040

L’intestino è un organo pieno di sensibilità, responsabilità e volontà di rendersi utile. Se lo trattiamo bene, lui ci ringrazia. E ci fa del bene: l’intestino allena due terzi del nostro sistema immunitario. Dal cibo ricava energia per consentire al nostro corpo di vivere. E possiede il sistema nervoso più esteso dopo quello del cervello.

Le allergie, così come il peso e persino il mondo emotivo di ognuno di noi, sono intimamente collegati alla pancia.

In questo libro, la giovane scienziata Giulia Enders ci spiega con un linguaggio accessibile, spiritoso e piacevole, unito ai disegni esplicativi della sorella Jill, quel che ha da offrirci la ricerca medica e come ci può aiutare a migliorare la nostra vita quotidiana.

L’intestino felice è un viaggio istruttivo e divertente attraverso il sistema digestivo.
Scopriremo perché ingrassiamo, perché ci vengono le allergie e perché siamo tutti sempre più colpiti da intolleranze alimentari.

Pubblicato nel marzo 2014, dopo appena una settimana L’intestino felice è balzato al primo posto delle classifiche tedesche e ci è saldamente rimasto. Con un milione di copie, il libro è stato in assoluto il più venduto in Germania ed è in uscita in 30 paesi.

Fonte: librisalus.it

 

Consigli e preparativi domestici

A cura della Dott.ssa Marina Giulia Gandossi
Non possono mancare la pomata di arnica in caso di traumi o contusioni, la pomata di iperico in caso di eritema da applicare solo la notte e da non esporre al sole perché i raggi solari ne vengono attratti. In alternativa alla pomata di iperico si può usare la pomata di calendula utile in caso di punture di insetti e zanzare per lenire il fastidio e il gonfiore, e anche per gli arrossamenti e ustioni lievi.

Utile anche la crema dopo sole a base di olio di mandorla con elicriso, lavanda e burro di karité idratante e rinfrescante.

Preparato fai da te antizanzara a base di olii essenziali di citronella, geranio, eucalipto e limone.

L’estate è anche il momento in cui fare il carico di vitamine ed enzimi che rinforzeranno le nostre difese in previsione dell’inverno. Per questo è utile cercare di mangiare quanta più frutta e ortaggi freschi e appena colti. La frutta è pure ricchissima di acqua e minerali e ci aiuta anche a reintegrare le perdite che subiamo nella calura estiva.

In caso sopraggiungano disturbi gastrointestinali come diarrea o in caso di intensi sforzi fisici si può preparare una soluzione reidratante casalinga ma molto efficace. In un litro d’acqua si aggiungono il succo di due limoni, un cucchiaino di sale, 4 cucchiai di zucchero di canna integrale.

L’apporto di acqua deve essere aumentato e rigorosamente lontano dai pasti, in modo da favorirne un rapido assorbimento e non interferire con il processo della digestione che in questo modo avverrà rapidamente lasciandoci leggeri e reattivi a patto che consumiamo cibi non troppo elaborati.

Se siete appassionati di montagna in caso di camminate impegnative può essere utile portarsi una bella dose di frutta secca (fichi, uva sultanina, datteri, prugne, albicocche, mele, mandorle noci e nocciole) e di semi oleosi (girasole, lino, sesamo) che danno una grande energia lasciandoci leggeri. E pure la soluzione reidratante.

Infine l’estate ci offre la grande possibilità di goderci e assorbire l’energia di tutti gli elementi: l’acqua, l’aria, il fuoco, la terra. Approfittiamo di questo regalo per nutrire i nostri sensi e per raccogliere quelle energie che ci arrivano dal cielo, dalla terra lasciandoci semplicemente attraversare senza troppo pensare.