Consigli e preparativi domestici

A cura della Dott.ssa Marina Giulia Gandossi
Non possono mancare la pomata di arnica in caso di traumi o contusioni, la pomata di iperico in caso di eritema da applicare solo la notte e da non esporre al sole perché i raggi solari ne vengono attratti. In alternativa alla pomata di iperico si può usare la pomata di calendula utile in caso di punture di insetti e zanzare per lenire il fastidio e il gonfiore, e anche per gli arrossamenti e ustioni lievi.

Utile anche la crema dopo sole a base di olio di mandorla con elicriso, lavanda e burro di karité idratante e rinfrescante.

Preparato fai da te antizanzara a base di olii essenziali di citronella, geranio, eucalipto e limone.

L’estate è anche il momento in cui fare il carico di vitamine ed enzimi che rinforzeranno le nostre difese in previsione dell’inverno. Per questo è utile cercare di mangiare quanta più frutta e ortaggi freschi e appena colti. La frutta è pure ricchissima di acqua e minerali e ci aiuta anche a reintegrare le perdite che subiamo nella calura estiva.

In caso sopraggiungano disturbi gastrointestinali come diarrea o in caso di intensi sforzi fisici si può preparare una soluzione reidratante casalinga ma molto efficace. In un litro d’acqua si aggiungono il succo di due limoni, un cucchiaino di sale, 4 cucchiai di zucchero di canna integrale.

L’apporto di acqua deve essere aumentato e rigorosamente lontano dai pasti, in modo da favorirne un rapido assorbimento e non interferire con il processo della digestione che in questo modo avverrà rapidamente lasciandoci leggeri e reattivi a patto che consumiamo cibi non troppo elaborati.

Se siete appassionati di montagna in caso di camminate impegnative può essere utile portarsi una bella dose di frutta secca (fichi, uva sultanina, datteri, prugne, albicocche, mele, mandorle noci e nocciole) e di semi oleosi (girasole, lino, sesamo) che danno una grande energia lasciandoci leggeri. E pure la soluzione reidratante.

Infine l’estate ci offre la grande possibilità di goderci e assorbire l’energia di tutti gli elementi: l’acqua, l’aria, il fuoco, la terra. Approfittiamo di questo regalo per nutrire i nostri sensi e per raccogliere quelle energie che ci arrivano dal cielo, dalla terra lasciandoci semplicemente attraversare senza troppo pensare.