Ricetta: farinata di ceci

Ingredienti per uno stampo da 32 cm:

250 gr di farina di ceci
750 ml di acqua
80 ml di olio
1 cucchiaino di sale

Preparazione:

Mettete in una terrina la farina di ceci, fate un buco al centro e versate man nano l’acqua.
Mescolate il tutto per bene fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciate riposare il composto per almeno 4 ore mescolando di tanto in tanto. Aggiungere ora il sale e metà dell’olio e mescolate. Versate il composto in una teglia ricoperta con il restante olio e mettete in forno già caldo a 220 gradi. Cuocete la farinata per un’ora a 220°. Tagliate la Farinata di ceci a spicchi e servitela calda.

L'altra medicina, uscito il nuovo numero

Eccol il link per poterlo sfogliare online:

Di seguito le tematiche trattate in questo numero:

Nutrizione naturale

Buoni semi senza glutine: grano saraceno, quinoa e amaranto

La dieta biblica (spiegata dal professor Franco Berrino)

Il mondo delle erbe

Il mondo del tè, una tazza di benessere

La forza di carattere, i fiori di Bach che aiutano a uscire dall’angolo

Dossier: Le cure naturali per la salute del fegato

Omeopatia, medicina tradizionale cinese, fitoterapia, riflessologia del piede, naturopatia

Le altre medicine

Visioni dall’India, l’incontro di Shakti e Shiva per ritrovare equilibrio

Energetic Healing, la via del corpo eterico

Omeopatia

Omeopatia per la cistite (e alcune soluzioni naturali)

I nostri amici animali: un rimedio su misura per Luna

E in più le consuete rubriche mensili.

Pilates, corsi sempre aperti: a condurli la campionessa Paola Fraschini

Presso il nostro centro potrete seguire il corso di Pilates tenuto da un’insegnate d’eccezione, Paola Fraschini. Le lezioni si svolgono tutti i giovedì nei seguenti orari: dalle 11 alle 12 e dalle 19.15-20.15.

La prima lezione è sempre di prova e potrete iniziare in qualunque momento. Paola Fraschini è prima di tutto cinque volte medaglia d’oro di pattinaggio artistico a rotelle (ultima competizione vinta a Taipei nel 2013), è laureata in fisioterapista e, successivamente, ha conseguito un master in psicologia dello sport. Ha frequentato un corso di Fisios Pilates con Aife Liguria e da un anno collabora con grande successo presso il centro Edelweiss.

Che cos’è il pilates e come si struttura una lezione? 

Nei miei corsi metto insieme le mie competenze e creo un lavoro che parte dal Pilates ma va anche un po’ oltre toccando diversi aspetti: lo studio della consapevolezza e dell’ascolto del corpo, movimenti funzionali (muoversi meglio con meno fatica), equilibrio e stabilità, esercizi di tonificazione, allungamento muscolare, allenamento alla resistenza.

A chi si rivolge:
I miei corsi sono rivolti a persone di tutte le età che abbiano voglia di sperimentare un lavoro di crescita su se stessi e sul proprio corpo, per esempio a:
– coloro che vogliono ritrovare il piacere di muoversi meglio e di restare o ritrovare una forma fisica
– a sportivi che vogliono migliorare le proprie prestazioni atletiche
– a persone che vogliono integrare un percorso funzionale a un lavoro di riabilitazione post intervento o trauma

Come si svolge:
– 10′ di riscaldamento a terra o in piedi
Alternanza di lavoro tra :
– esercizi di propriocezione e stabilità
– esercizi di rinforzo muscolare
– esercizi per lo sviluppo delle catene cinetiche muscolari
– esercizi di allungamento muscolare
– esercizi di coordinazione
Gli ultimi 5-10 minuti prevedono un lavoro specifico di consapevolezza corporea.

 

 

Lettura: "La mia bibbia degli oli essenziali"

Attraverso questa guida potrete:

Conoscere i 79 oli essenziali più efficaci: albero del tè, arancio, eucalipto, ylang-ylang… ognuno con le sue proprietà: da ingerire, respirare, diffondere, applicare sulla pelle attraverso compresse, massaggi o bagni. Utilizzare le modalità di somministrazione più efficaci. Individuare le zone del corpo su cui intervenire con i diversi massaggi, grazie a illustrazioni chiare e dettagliate.
Creare il tuo kit personalizzato, per avere ogni giorno a portata di mano i tuoi oli indispensabili: per i bambini, le future mamme, gli anziani… a ciascuno il suo! Oltre 200 trattamenti su misura per contrastare malattie e disturbi.

Tenere sempre in borsa gli oli essenziali per le emergenze: contro il mal di testa e per favorire la digestione (menta), oppure antistress (camomilla). In più, tanti consigli per sfruttare al meglio gli oli essenziali per rinfrescare la tua casa, rendere più profumati e digeribili i tuoi piatti, e come cosmetici 100% naturali.

Danièle Festy è una delle maggiori esperte di aromaterapia a livello mondiale. Nella sua professione di farmacista, ha avuto a che fare con pazienti di tutti i tipi: come Claire, vittima di un’emicrania martellante: «Louis sta mettendo i primi dentini, non ho chiuso occhio stanotte. Ho un cerchio alla testa! Non so come arriverò a stasera».

«Lo so io», le rispose Danièle. «Il mio libro fa al caso tuo: La mia bibbia degli oli essenziali. Per ogni singolo disturbo, indica l’olio essenziale più efficace per porvi rimedio, persino con i dosaggi esatti da proporre al farmacista per un vero e proprio “farmaco su misura”. E poi è ricco di informazioni su tutti gli oli essenziali e vegetali, su come raggiungere il benessere di corpo e mente…».

«Lo compro subito!», disse Claire ridendo.

Fonte: macrolibrarsi.it

Stretching dei meridiani, due nuovi appuntamenti

ripetiamo la lezione di Stretching dei meridiani con Lorena Anghelé. Appuntamento a: MARTEDI 11 MARZO ore 18.45/20.00 e LUNEDI 17 MARZO stesso orario. Per tutte le info contattare la segreteria del centro: 010-3626080 (chi viene per la prima volta partecipa gratuitamente, per quelli che sono al secondo appuntamento è prevista l’iscrizione)

Che cos’è lo Stretching dei  meridiani?


Questa pratica è stata creata da Shizuto Masunaga, fondatore di uno degli stili più conosciuti di Shiatsu.
Si tratta di semplici movimenti, che non necessitano di alcun sforzo eccessivo e sono mirati allo stretching dei meridiani ed a mantenere flessibili le articolazioni, con notevole beneficio per tutta la persona. Lo scopo principale di questi esercizi é di migliorare la circolazione del sangue e di distribuire l’energia in modo fluido nei diversi Meridiani Energetici della Medicina Tradizionale Cinese.
Gli esercizi eseguiti con costanza migliorano lo stato generale psico-fisico e di conseguenza le risposte dell’organismo. L’unico obiettivo da porsi é concentrarsi sull’immagine mentale della posizione, mantenere una respirazione calma e rilassata ed ascoltare le linee di tensione che si formano lasciando il corpo rilassarsi poco a poco. La lezione dura 1 ora e quindici minuti di rilassamento. Ogni settimana verrá trattata una coppia di meridiani stimolandone le proprietá e nei giorni a venire sará divertente provare a concentrarsi sugli effetti percepiti scoprendo tanti aspetti di noi stessi.

1. Polmoni e Intestino Crasso (Elemento Metallo).
L’energia del meridiano dei Polmoni ci consente di ricevere il Ki (energia) attraverso la respirazione, attraverso lo scambio d’aria con l’esterno. A un livello energetico più sottile, il meridiano dei Polmoni regola tutti gli scambi con l esterno, includendo anche i rapporti interpersonali. Un buon equilibrio energetico in questo meridiano ci consente un buon rapporto con il mondo esterno.
Il meridiano dell Intestino Crasso è complementare con il meridiano dei Polmoni e consente l eliminazione di sostanze di rifiuto sia fisiche che mentali: la capacità a lasciar andare idee, pensieri, cose ormai inutili alla nostra persona è determinata dall armonico fluire energetico nel meridiano dell Intestino Crasso.

2. Stomaco e Milza (Elemento Terra)
L energia del meridiano dello Stomaco ci consente di assumere nutrimento: precisamente non soltanto il nutrimento fisico, ma anche il nutrimento spirituale, mentale e sociale. Il meridiano dello Stomaco è infatti correlato al nostro appetito, un appetito generale (non solo di cibo) nei confronti dell’intera vita. La Milza ha invece la funzione di ricavare energia dal nutrimento e questo vale tanto per il nutrimento fisico quanto anche per il nutrimento più sottile.

3. Cuore e Intestino Tenue (Elemento Fuoco)
L energia del meridiano del Cuore provvede all armonia della nostra anima e dei nostri sentimenti; ci dà la calma interiore e la chiarezza dello spirito. Strettamente correlata a quella del Cuore è l energia del meridiano dell Intestino Tenue che ha il compito di separare ciò che è puro da ciò che è impuro: un buon equilibrio energetico all interno di questo meridiano permette di avere la capacità di discernere se gli input esterni sono per noi necessari, inutili o dannosi.

4. Vescica e Reni (Elemento Acqua)
Il meridiano della Vescica regola, insieme ai Reni, la funzione di purificazione del corpo. Regola inoltre il sistema delle ghiandole ormonali ed influenza la capacità di agire con energia e risolutezza. Il meridiano dei Reni lavora in coppia con quello della Vescica, ma è anche la sede dell energia vitale di base: inoltre è l’energia dei Reni a permetterci di sopportare gli stress di ogni tipo.

5. Mastro del Cuore e Triplice Riscaldatore (Elemento Fuoco Supplementare)
Il meridiano del Mastro del Cuore corrisponde, anatomicamente, al pericardio, la membrana che protegge il cuore. Ed infatti anche dal punto di vista energetico il Mastro protegge il meridiano del Cuore. L’energia di questo meridiano ci dà la capacità di mantenere la calma nei momenti di agitazione e accompagna i nostri momenti di gioia. Il meridiano del Triplice Riscaldatore, a differenza degli altri undici meridiani tradizionali, non è correlato ad un organo specifico, ma ha un ruolo estremamente importante: riscalda e protegge il corpo.

6.Vescicola Biliare e Fegato (Elemento Legno)
Il meridiano della Vescicola Biliare rappresenta l’aspetto esecutivo che pianifica e mantiene l’equilibrio del corpo e della psiche. L’energia della Vescicola Biliare regola la capacità di prendere decisioni e di assumersi responsabilità.
L’energia del meridiano del Fegato invece viene spesso paragonata, nei testi di medicina tradizionale cinese, a un generale: essa, con sguardo limpido, mantiene l’ordinamento interno del corpo e ci consente di pianificare e vedere con chiarezza. Uno squilibrio in questo meridiano può essere la causa di un temperamento insofferente e facilmente irascibile.

Pia Labate, un successo "ad Arte"

 

Ecco due dei lavori di Pia Labate, nostra socia e operatrice che ha esposto alla fiera Arte, tenutasi dal 14 al 17 febbraio 2014.

La rassegna è stato un vero successo, ma per conoscere più da vicino la nostra leggete qui la sua scheda. Ricordate che presso il centro Edelweiss Pia Labate tiene il corso:

“Espressione artistica attraverso il pennello, il colore e il cuore” con cui si riscopre il talento di creare…. Tutti i lunedì pomeriggio dalle ore 15.15 alle ore 18.15.

"Il problema del male" lezione con Enzo Bianchi, teologo

Interessante appuntamento culturale lunedì 24 febbraio, ore 17.45, presso il Salone del Maggior consiglio – Palazzo Ducale – con Enzo Bianchi, Teologo, Priore della Comunità di Bose.

Tema dell’incontro: “Il problema del male” che chiude la rassegna “Le religioni e il male”, un ciclo di incontri che mette a fuoco diverse dimensioni del male, mantenendo al centro il tema della negatività, del peccato e delle loro implicazioni personali e collettive, intrecciate con le questioni teologiche.

Lettura: "Il potere anticancro delle emozioni"

In breve
La predisposizione genetica e fattori di rischio certi a volte sono sufficienti per causare il cancro, ma non è una regola assoluta.

Il libro
Le cellule anomale si moltiplicano tre volte più velocemente quando proviamo un sentimento di disperazione.

La predisposizione genetica e fattori di rischio certi (fumo, cattive abitudini alimentari, inquinamento ambientale) a volte sono sufficienti per causare il cancro, ma non è una regola assoluta: alcuni individui con tutti i fattori di rischio, compreso quello genetico, non sviluppano mai il cancro, mentre altri, senza alcun fattore di rischio, sì.

Perché? Un terzo elemento basilare sembra essere in gioco: le emozioni.
Il dottor Christian Boukaram, dopo anni di indagini, è convinto che vi è un legame tra il cancro e il vissuto psichico ed emotivo della persona, e che le emozioni possano incidere sullo sviluppo e il decorso della malattia. Ecco perché, senza promettere soluzioni miracolose o negare la necessità delle terapie oncologiche riconosciute, il dottor Boukaram offre numerosi consigli pratici per provare a lottare contro il cancro anche attraverso una migliore vita emotiva.

“Il Dr. Boukaram rompe uno dei più resistenti tabù medici confermando il legame tra il cancro e l’esperienza psichica.”
– Nèosanté
“Un libro affascinante sul potere antitumorale delle emozioni. […]il dottor Boukaram spiega, dati scientifici alla mano, il legame tra salute emotiva e salute fisica.”
– FacingCancer Together
“Radiografia di un’iniziativa medica d’avanguardia.”
– Canadian University Press Newswire

Fonte: feltrinellieditore.it

Numerosissimi alla lezione prova di Stretching, così replichiamo!

Grande successo per la serata di prova del nuovo corso tenuto da Lorena Anghelé di Stretching dei Meridiani. Chi fosse interessato è possibile, chiamando la segreteria del centro (010-3626080), prenotare una lezione lunedì 24 febbraio. L’orario della lezione resta invariato: 18.45 -20.00.

Questa pratica è stata creata da Shizuto Masunaga, fondatore di uno degli stili più conosciuti di Shiatsu. Si tratta di semplici movimenti, che non necessitano di alcun sforzo eccessivo e sono mirati allo stretching dei meridiani ed a mantenere flessibili le articolazioni, con notevole beneficio per tutta la persona.

Lo scopo principale di questi esercizi é migliorare la circolazione del sangue e distribuire l’energia in modo fluido nei diversi Meridiani Energetici della Medicina Tradizionale Cinese.

Gli esercizi, eseguiti con costanza, migliorano lo stato generale psico-fisico e di conseguenza le risposte dell’organismo. L’unico obiettivo da porsi é concentrarsi sull’immagine mentale della posizione, mantenere una respirazione calma e rilassata ed ascoltare le linee di tensione che si formano lasciando  corpo rilassarsi poco a poco.La lezione dura 1 ora e quindici minuti di rilassamento.

"L'uccello d'oro", fratelli Grimm a teatro: uno spettacolo di Euritmia

Con immenso piacere vi invitiamo a partecipare allo spettacolo “L’uccello d’oro”, una fiaba dei fratelli Grimm rappresentata in Euritmia, a cura del Mäerchenensemble di Stoccarda. Lo spettacolo avrà luogo domenica 23 marzo alle ore 16.30 a Genova Voltri presso il Teatro del Ponente, piazza Odicini 9.

Gli artisti provenienti da varie parti del mondo ci condurranno in un’atmosfera veramente unica, i gesti colmi di grazia e significato renderanno visibile le parole della voce narrante.

Bellezza e buon gusto sono il risultato di una dovizia di particolari che riguardano ogni aspetto dello spettacolo, dai colori degli abiti di scena alle melodie suonate dal vivo, le stesse scenografie hanno il carattere di una raffinatezza semplice.

Tutti questi elementi sono in grado di evocare nel pubblico attento (giovane e adulto) sentimenti e immagini di un mondo così lontano dai ritmi caotici delle nostre città e per questo così vicino al mondo dell’ infanzia. Adatto ad un pubblico adulto, giovane e a bambini dai 4 anni in su.

Ingresso: adulti 12 euro – bambini 5 euro – Per informazioni: 328/4716766 o I_bricchetti@libero.it

La fiaba:

 

Una volta nel giardino di un re venne rubata una mela d’oro. Al calar delle tenebre i tre figli del re si misero a guardia dell’ albero dalle mele d’ oro. Fu il terzogenito a scoprire che il malfattore era un uccello tutto d’ oro e insieme ai fratelli andò in giro per il mondo in cerca dell’ uccello d’ oro. Ad un certo punto incontrarono la volpe che diede loro buoni consigli. I primi due non l’ ascoltarono e ben presto finirono per scordare il proprio compito dandosi alla bella vita in una locanda. Il fratello più piccolo invece andò avanti riuscendo così a trovare il castello dove era celato l’ uccello d’oro. Nel tentativo di liberarlo anche il fratello minore non seguì del tutto i buoni consigli della volpe così…

Clicca qui per vedere il manifesto: Manifesto L’uccello d’oro