La nostra tessera soci, un'idea regalo utile e originale

Ultime corse per il regalo di Natale? L’idea ve la diamo noi: la tessera soci del centro Edelweiss. Ecco cosa offre l’Edelweiss ai suoi membri:

– Accesso alla biblioteca del centro
– Partecipazione gratuita alle conferenze, seminari, attività e corsi
– Iscrizione alla newsletter che cura articoli di approfondimento di salute, erbe, cucina e benessere
– Un trattamento GRATUITO di benvenuto.

Il corsi del centro sono vari e tenuti da professionisti: pilates, yoga, architettura feng shui, danza orientale, rebirthing, meditazione e molto altro. L’Edelweiss si avvale di personale specializzato a cui poter richiedere anche delle consulenze singole di psicologia, ginnastica posturale o di osteopatia.

Venite a trovarci, le nostre porte sono aperte!

Firma anche tu la petizione contro l'urbanizzazione selvaggia

Petizione sul Puc (piano urbanistico comunale) di “Genova la città” che vogliamo: stop alle nuove costruzioni considerato l’alto indice di urbanizzazione e impermeabilizzazione del suolo, lo stato di abbandono del territorio e il rischio idrogeologico che ne consegue, le difficoltà di accesso alla terra per la produzione agricola locale, l’alto numero di edifici vuoti e l’andamento demografico decrescente, io cittadino genovese, chiedo che il Puc non preveda ulteriore consumo di terreno libero, né in superficie, né sottoterra. stop al consumo di territorio.

PROMOTORI

Rete if, tavolo agricoltura; Forum salviamo il paesaggio, Genova; Arci Genova; Acli Liguria; Aiab Liguria; Amici del Chiaravagna onlus; Amici di Pontecarrega; Attac; Circolo arci barabini di trasta; Circolo arci belleville; Circolo arci culturale Fegino; Circolo arci erba voglio; Circolo arci futuro primitivo; Circolo arci pianacci; Circolo arci zenzero; Comitato acqua bene comune Genova; Comitato acquasola; Comitato contro la cementificazione di Terralba; Comitato protezione Bosco pelato; Coordinamento gestione corretta rifiuti della Liguria

(gcr Liguria); Fair; Gestione corretta rifiuti Genova (gcr genova); Italia Nostra; Legambiente Lguria; Le serre di San Nicola di Castelletto; Libera Genova; Liguria biologica; Mdc Genova; Medicina democratica; Medici per l’ambiente (i.s.d.e.); Movimento consumatori Liguria; Movimento decrescita felice Genova; Slow food Liguria; Terra! onlus; Vivere in collina; Wwf Genova; Wwf Italia sezione regionale Liguria; Y.e.a.s.t. youth europe around sustainability tables; GasaGenova; A.s.c.i. Liguria; Circolo nuova ecologia; Circolo arci lavoratori sturlesi arcipicchia; Slow food Genova; Comitato genitori istituto comprensivo Pra’; Mfe Genova; rete Voglio la Gavoglio; Circolo arci Primo Maggio; Genova Bene Comune; Ingegneria senza frontiere; Anemmu in bici a Zena; Geologia Senza Frontiere; Circolo arci Sant’Eusebio; Cittadini per Carignano.

Per tutte le info clicca qui

Lettura: "Il giusto respiro. Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate"

Di Andrea Di Chiara

Nella vita frenetica di tutti i giorni diamo per scontate molte cose, tra cui le malattie nostre e dei nostri figli.

Ci viene spontaneo pensare che problemi quali le adenoidi, le allergie, i raffreddori frequenti, i denti storti, l’asma, il russamento, i disturbi dell’apprendimento siano il destino normale di tutti i bambini, che infatti affollano le sale d’attesa dei pediatri come si fosse a una festa di compleanno; finendo poi spesso anche da dentisti, otorino e neuropsichiatri.

Ma davvero le cose stanno in questo modo? I dati epidemiologici sottolineano che i suddetti problemi sono in netto aumento nei Paesi occidentali inurbati e tecnologizzati, e che lo stato di salute pediatrico non è sempre stato così, ma si è spostato dalle malattie acute infettive a quelle croniche che coinvolgono alterate risposte del sistema immunitario.

Tutto ciò ha un comune denominatore: l’alterazione degli automatismi di respirazione e di deglutizione nei bambini piccoli, indotta dal nostro stile di vita e dai nostri ritmi artificiali.

In questo libro dedicato ai genitori si fa il punto della situazione con argomenti vecchi e nuovissimi, proponendo delle basi pratiche per una gestione domiciliare e consapevole del bambino adenoideo allergico da parte della famiglia stessa, non più passiva dispensatrice di pasticche, ma attiva somministratrice di stimoli funzionali necessari alla crescita equilibrata dei propri figli.

librisalus.it

Il video della festa di Natale del centro: una serata speciale

Grazie a tutti gli amici e agli ospiti che hanno festeggiato il Natale insieme a noi, è stata una grande festa. Un grazie speciale va anche ai nostri fedeli sostenitori: il Porto dei Piccoli, a Mario del progetto Scuola India e all’associazione Ps76 che ci ha portato il riso solidale. La serata è stata animata, musicalmente da Rita Maglia, violinista e insegnate di musica che, con i suoi piccoli allievi, ha intrattenuto il pubblico.

Musiche di natale, canti e un’atmosfera magica sono state la colonna sonora dell’aperitivo buffet preparato per l’occasione da Emanuele Carmosino, chef del ristorante Marina Place, situato al Marina di Genova Aeroporto. Ecco qui  il video racconto della serata di domenica 15 novembre. Per le foto vai sulla nostra pagina facebook, troverai anche tante info e curiosità.

Erbe&Salute: l'artiglio del diavolo

L’artiglio del diavolo deve il suo nome alla curiosa forma dei suoi frutti, si tratta di estremità uncinate e ritorte.

Ha dei bellissimi fiori violacei che poi si trasformano in frutti ovoidali uncinati, uno dei suoi nomi popolari in inglese è proprio ragno di legno. La parte che contiene più principio attivo, l’arpagoside, è in realtà la radice, di cui si usa in erboristeria l’estratto secco. L’arpagofito, è una pianta tipica dell’Africa (la Namibia è uno dei maggiori esportatori) e già da secoli le popolazioni indigene ne avevano intuito i benefici antidolorifici e antinfiammatori. La ricerca scientifica ha poi studiato e provato queste proprietà.

Si utilizza soprattutto per i suoi effetti analgesici e antipiretici, per esempio in caso di dolori muscolari, dolori reumatici, artrite reumatoide, reumatismi infiammatori, osteoartriti, tendiniti, contusioni, dolori di schiena, sciatica, torcicollo, mal di testa, dolori cervicali, contusioni, micro traumi e altre infiammazioni muscolari.

Inoltre l’artiglio del diavolo pare aiuti ad abbassare il colesterolo e a eliminare l’acido urico; proprio per questo viene indicato come rimedio efficace nel trattamento della gotta. Queste proprietà sono dovute alla presenza di principi amari, che stimolano la produzione di succhi gastrici e bile; il che lo rende però inadatto a chi è predisposto a disturbi gastrici, a chi soffre di gastrite o ulcere gastriche e duodenali, e occorre fare attenzione anche in gravidanza.

Proprio per questa sua comprovata efficacia è buona norma, come sempre quando si assumono rimedi naturali, chiedere parere al vostro medico e al vostro erborista di fiducia.

Paola Fraschini, campionessa mondiale di pattinaggio, si racconta in un articolo speciale scritto da lei, per noi

Di Paola Fraschini

Ieri ho aperto a caso una rivista e c’era scritto:”la mancanza più grande che un uomo possa fare è non esprimere la propria vera identità, dite quello che siete”.

Questa frase mi ha colpita…DITE QUELLO CHE SIETE… in effetti ben in pochi sanno quello che sono, un po’ perché caratterialmente sono abbastanza riservata e un po’ perchè il mio sport non mi aiuta, così come la mia professione, sono un’anonima fisioterapista, ma soprattutto un’anonima Campionessa del mondo di pattinaggio artistico…

Pratico pattinaggio da quando sono piccola, mia mamma Laura Bonamico è l’allenatrice della mia società A.S.D. Sturla Pattinaggio Genova e devo a lei un grazie per avermi trasmesso questa passione. Sono atleta della Nazionale dal 1996 ho vinto otto titoli Italiani, tre titoli europei, nel 2001 sono stata vice campionessa del Mondo junior in coppia con Marco Noli, e dal 2009 al 2012 sono campionessa del Mondo nella specialità solo dance nella categoria senior.

Adoro pattinare, ho sacrificato tanto per questo sport e credo sia uno sport davvero completo e incredibilmente spettacolare, è uno sport silenzioso non olimpico, quasi sconosciuto perché tra l’altro non è neppure su ghiaccio ma su rotelle, è uno sport che vanta di avere una Nazionale italiana campione del Mondo da tantissimi anni, con atleti e allenatori di massime competenze che ci invidiano a livello internazionale! Ma per mantenermi il pattinaggio non basta fare solo questo, non ho uno sponsor, non ho procuratori, non ho giornalisti che mi pubblicizzano, non ho neppure una pista adeguata dove potermi allenare..è uno sport sottovalutato, no media, no denaro, no professionismo.

In questo quadretto quasi tragico la domanda che sorge spontanea potrebbe essere: ma chi me lo fa fare? Soddisfazione personale?… Sì certo quella non manca, ma non basta!

Forse è proprio nelle situazioni difficili che si tende ad andare più in profondità alle cose e a chiedersi davvero qual è il senso di tutto ciò. La risposta è che io pattino semplicemente perché provo delle emozioni impagabili, amo la filosofia della danza e amo sentire il mio corpo che si muove a tempo di musica, adoro esprimere me stessa attraverso questo canale e far uscire il mio vero Io, emozionandomi ed emozionando chi mi sta guardando in quel momento.

Entrare in pista e avere un momento tutto per me credo che sia una possibilità rara, è una grossa fortuna avere un momento mio dove poter esprimere davvero me stessa e avere la possibilità di far vedere al Mondo intero chi sono, è una fortuna poter creare quella magia di essere un tutt’uno con l’Universo che in quel momento ti guarda con gli occhi dello spettatore e del giudice, è fantastico poter sentire il proprio corpo che in modo armonico segue quello che gli dico di fare, ed entrare in quello stato particolare (gli esperti lo chiamano flow), in cui ti sembra di essere avvolto in una bolla di sapone che leggera vola sulla pista.

E’ per questo che pattino, non per i soldi o semplicemente perché mi piace ma per qualcosa di più profondo, per un qualcosa che per me è quasi “sacro”.

Ultimamente mi rendo conto che non voglio tenere tutto questo bagaglio sportivo e di vita per me, ma vorrei davvero gridare al mondo intero che è possibile esprimersi, avere la libertà, almeno ogni tanto, di essere se stessi e lo sport è un modo sano per raggiungere questo pieno stato di consapevolezza.

Ci lamentiamo tanto che i giovani d’oggi si ubriacano, si drogano, vanno alla ricerca di piaceri effimeri che lì per lì ti fanno sentire un ganzo ma che poi alla fine distruggono il cervello, o peggio ancora distruggono la loro personalità. Quindi mi chiedo: come campionessa mondiale in carica, oltre alla soddisfazione personale di esserlo, come posso fare per far partecipare gli altri a questa mia vittoria? Non voglio che i titoli rimangano lì per me e che tra qualche anno vadano nel dimenticatoio, voglio poter dare quello che con sacrificio ho ricevuto.

Come fare non lo so ancora, o meglio, ci sto lavorando, in questo chiedo aiuto a qualcuno più esperto di me, la possibilità di scrivere quest’articolo o di partecipare a qualche intervista o evento, è già un grosso regalo per poter DIRE QUELLO CHE SONO.

Quindi grazie per questa possibilità, e auguro di cuore a tutti di poter trovare il modo di esprimersi!

Rebirthing, il corso del centro Edelweiss: scopriamolo insieme

Anna Beltrame è la nostra socia operatrice di Rebirthig. Insieme a lei entrerete in contatto con questa disciplina. Scopriamo insieme di che cosa si tratta e come si pratica.

Il rebirthing

Puo’ essere definito come un metodo di crescita personale,basato sul respiro.E’ stato scoperto da un americano Leonard Orr negli anni 70:aiuta le persone che lo praticano a ottenere un respiro piu’ aperto, fluido e rilassato. La parola inglese rebirthing sigifica “rinascita”, perche’ spesso con il respiro possono emergere memorie relativa al momento del parto.

Il rebirthing, se messo in pratica con costanza, promuove cambiamenti profondi nella vita delle persone,le aiuta a raggiungere una maggiore integrita’,potere personale e sicurezza di se’. Tramite il respiro circolare si possono superare blocchi emotivi che limitano la nostra vita in una parola ” rinascere ” e aprirsi pienamente alla vita,al benessere e alla gioia.

Questo e’ lo scopo prioritario del respiro circolare. La pratica consiste in sedute di respiro assistite della durata di un’ora, previo
colloqio preliminare con il cliente:Si consiglia un ciclo di almeno 10 sedute. Il Rrebirthig si impara facilmente e presto si diventa autonomi nel farlo.

Benefici del rebirthing

Il respiro risveglia il potere di autoguarigione del corpo e molti stati di malessere possono essere risolti con un respiro piu’ fluido e rilassato La pratica del respiro circolare e’ utile soprattuto in stati di depressione,fobie crisi di panico e nelle malattie ad impronta
psicosomatica Il respiro e’ un aiuto per guarire ,a patto di essere disposti a prendersi la responsabilita’ della propria vita e della propria salute fisica ed emotiva.

Il nostro corso di Pilates con Paola Fraschini, ancora pochi posti liberi

Paola Fraschini, pluricampionessa mondiale di pattinaggio artistico a rotelle, tiene presso il nostro centro un corso di pilates il giovedì nei seguenti orari: 11-12 e 19.15-20.15. 

Fisioterapista e specializzata in fisios pilates, Paola vi introdurrà in questa disciplina perfetta per chi vuole rilassarsi, conoscere il proprio corpo, rinforzarlo e distenderlo.

Venite a provare, la prima lezione è gratuita, vi aspettiamo numerosi!