A tu per tu con il Prof. Boccardo: secondo appuntamento

Insieme al Prof. Massimiliano Boccardo, approfondiamo diversi aspetti legati alla schiena e ai dolori. Per tutte le informazionicliccare qui.

Lei ha importato in Liguria la macchina DRX9000 C: ci spieghi meglio di che cosa si tratta.

<<Il DRX9000C è una apparecchiatura abbastanza sofisticata progettata e costruita a Tampa negli Stati Uniti. Si tratta di un sistema meccanico che si avvale di un motore elettrico, gestito da un computer che viene di volta in volta opportunamente programmato dal medico in modo da distrarre delicatamente le vertebre ottenendo una drastica diminuzione della pressione intradiscale e creando un effetto di vuoto. Tale effetto può favorire il rientro all’interno dello spazio discale intervertebrale di protrusioni discali o ernie solo parzialmente espulse. La pressione negativa richiama altresì liquidi, sostanze nutritive e ossigeno dai tessuti circostanti e favorisce di conseguenza la reidratazione e la riparazione del disco. Questo è a mio avviso l’effetto più importante del trattamento che difficilmente si riesce ad ottenere con altre procedure terapeutiche. Durante ogni singola seduta la procedura, assolutamente indolore, viene costantemente monitorizzata e personalizzata attraverso un sistema complesso di feedback denominato “closed loop feedback”, che è un sistema di controllo automatico capace di regolare ed autocorreggere le proprie operazioni basandosi sulle differenze che rileva fra il risultato reale e quello desiderato, preventivamente impostato dal medico.

Il sistema è concepito in modo tale da permettere di variare l’angolo di distrazione ottenendo così di focalizzare la stessa sul livello discale più compromesso. I

Un ciclo di decompressione spinale non chirurgica con apparecchiatura DRX9000C consta mediamente di venti sedute della durata complessiva di circa un’ora cadauna ( imbrago e posizionamento necessitano di una decina di minuti, il trattamento dura circa mezz’ora e dieci minuti sono necessari per la fase di raffreddamento)>>.

Ricetta: cocktail della salute

E chi l’ha detto che l’aperitivo debba essere alcolico o poco sano?! Ecco una gustosa ricetta per aprire lo stomaco, non tappare la fame e farsi del bene.

Versate direttamente in una caraffa 200 ml di centrifugato alla carota, 200 ml di succo di barbabietola rossa, un pizzico di sale e una leggera macinata di pepe.

Mescolate il tutto e aggiungete uno o due cubetti di ghiaccio. Vi consigliamo di  accompagnare l’aperitivo con 1/4 di gambo di sedano o del finocchio.

Lettura: "Vitamina c"

Tutti parlano delle qualità della Vitamina C, ma in pochi sembrano conoscerne veramente le proprietà salutari, il miglior utilizzo e i suoi effetti sul nostro organismo.

Ecco cosa scoprirete tra le pagine di questo volume:

– la vitamina C è riuscita a guarire o ha contribuito alla cura di molte malattie infettive comuni, addirittura di alcune ritenute incurabili, come l’epatite e la poliomielite. Grazie a questi effetti documentati, l’uso della vitamina C, dosata all’interno di un protocollo di trattamento, può eliminare il bisogno di molte vaccinazioni e di farmaci tossici;

– la vitamina C è la terapia d’elezione contro molte patologie potenzialmente fatali e per molte altre condizioni tossiche che minano il corpo e per le quali non disponiamo oggi di nessun trattamento efficace;

– la vitamina C è priva di effetti collaterali. Senza dubbio è tra i nutrienti e i supplementi più sicuri oggi disponibili.

Attraverso una documentazione imponente – nel libro sono citati più di 1200 articoli da riviste mediche e scientifiche accreditate, molti fra questi provenienti dai centri di ricerca più qualificati – e la testimonianza della propria esperienza diretta, l’autore propone al lettore un resoconto dettagliato delle prove dell’importanza della vitamina C per la nostra salute.

Il libro è corredato da una serie di appendici che forniscono al lettore informazioni utili per un approccio iniziale all’uso della vitamina C.

Video intervista al dott. Luca Mongiardini: parliamo di alimentazione e non solo

Vi presentiamo la prima video intervista al dott. Luca Mongiaridni, chinesiologo professionista, educatore alimentare e soprattutto nostro nuovo operatore. Con lui abbiamo approfondito il tema dell’alimentazione e sfatato falsi miti, ma non solo, gli abbiamo chiesto anche alcuni consigli utili per il nostro benessere.

Il dott. Mongiardini è specialista in ginnastiche posturali, compensative e adattate, membro della Società scientifica di nutrizione vegetariana e dell’Associazione coscienza e salute, di cui ha il ruolo di docente nei corsi di Pancafit Group. Inoltre è docente attività Rieducative posturali presso l’Accademia Ayurvedica di Novi Ligure. Per info su corsi e consulenze contattare la segreteria del centro.

Contributi video: Riccardo Molinari

 

Giornata all'orto botanico: prendiamoci cura delle piante

Vi segnaliamo un appuntamento molto interessante che si terrà presso l’Orto Botanico di Genova. (corso Dogali 1M) Martedì 8 ottobre alle 14.30 avrà luogo un incontro con i volontari che si prendono cura delle serre, dell’area verde e delle specie in esse contenute.

A seguire potrete anche voi partecipare al lavoro manuale per la cura delle piante officinali. Non perdetevi questa giornata!

Per info contattate la segreteria del Centro.

Maria Noziglia

Formazione

Luglio 1972: diploma di studi classici.
Luglio 1978: Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Genova.
1979: frequentazione del corso di Agopuntura e Riflessoterapia del prof. Luciano Roccia.
1982 diploma in Agopuntura tradizionale cinese del corso triennale presso la scuola del dott. Nguyen Van Ghi a Marsiglia.
Anni 90 partecipazione al corso triennale di formazione sull’ elettroagopuntura secondo Voll.
2001 diploma in Omeopatia e Omotossicologia del corso triennale per medici presso l’università di Genova.

 Esperienze professionali

Libera professione in medicina non convenzionale presso il Laboratorio di analisi mediche Albaro.
Attività di medico di medicina generale.

 Gli interessi

L’interesse per i fitoterapici mi ha spinto in questi anni a studiare la nostra materia medica tradizionale, dal testo più antico di Dioscoride al medievale Circa instans della scuola salernitana, alla rivisitazione cinquecentesca del Mattioli. Ho frequentato seminari ed incontri sulla fitoterapia mediterranea ed ayurvedica che hanno contribuito a chiarire quanto le 2 tradizioni, orientale ed occidentale, abbiano in comune. L’universo, nella visione antica, era fondato sulla teoria degli elementi, aria, acqua, terra e fuoco. Tale ordinamento permetteva di classificare piante, rimedi, umori vitali dell’uomo e malattie.
Attualmente l’interesse è incentrato sulla micoterapia, l’uso di funghi medicinali, prevalentemente orientali, usati da secoli nella medicina tradizionale cinese ed entrati a far parte in Occidente dei cosiddetti nutraceutici alcuni di essi definiti adattogeni, rimedi naturali che adattano l’organismo a condizioni di stress . Sono Socio sostenitore dell’Istituto micoterapico internazionale.

Per ulteriori informazioni visitate il sito dell’operatore.