A tu per tu con il prof. Boccardo, i problemi neurologici: segnali d'allarme

Insieme al Prof. Massimiliano Boccardo, neurochirurgo, approfondiamo diversi aspetti legati alla schiena e ai dolori. Per tutte le informazioni cliccare qui: http://www.massimilianoboccardo.it/.

Quali possono essere i segnali d’allarme che indicano un problema di tipo neurologico.

<<La stragrande maggioranza dei pazienti sono molto preoccupati dall’intensità del dolore e dalla insorgenza di zone cutanee di alterata percezione dello stimolo tattile, dolorifico o termico. Questi non vanno a mio avviso considerati segnali di allarme. Sono semplicemente la manifestazione della sofferenza della radice nervosa quando viene compressa e quindi irritata.

L’insorgenza di disturbi della forza dovrebbe mettere in guardia e far suonare un campanello d’allarme. L’impossibilità a camminare sulle punte o sui talloni, come pure il cedimento del ginocchio segnalano che le fibre motorie della radice nervosa sono così compresse e sofferenti da determinare l’insorgenza di una paresi che assai spesso viene sottovalutata dai pazienti e dal Curante.

Se dovessero comparire disturbi degli sfinteri ( impossibilità ad avviare la minzione, perdita di urine o di feci) la situazione va trattata in emergenza provvedendo immediatamente alla diagnostica e qualora ci fosse indicazione a un intervento chirurgico d’urgenza>>

Lettura: "Guardare il mondo con gli occhi della natura"

Questa settimana vi presentiamo “Guardare il mondo con gli occhi della natura” di Enzo Parisi. Leggete la presentazione scritta da Guido Dalla Casa.

In questo libro si parla di Ecologia Profonda, ma non solo: è assai diverso dagli altri libri in circolazione sull’argomento e alterna considerazioni filosofiche con notevoli indicazioni pratiche e di atteggiamento, personale e collettivo.

La Prefazione è originale e riesce subito simpatica. Il Parlamento della Natura, in una preoccupata riunione, ci fa vedere piante e altri animali come esseri senzienti, non come un contorno della vita umana. Questo “parlamento” passa messaggi importanti all’homo sapiens, e la seduta termina con indicazioni pratiche molto significative e con i consigli dell’ecologia profonda.
Poi ci sono le “lezioni dal prato”, modo assai piacevole di apprendere e meditare.
Subito vediamo la Vita come un unico Essere Collettivo, l’uomo non è al centro della Vita, anzi non è al centro di niente. L’agricoltura ha portato gravi conseguenze alla Terra, soprattutto come viene praticata nell’ultimo secolo. Quella attuale è diventata un disastro.

Vi sono continui collegamenti fra le parti pratiche e la spiritualità che deve accompagnare ogni atteggiamento ed ogni azione. I passaggi e i riferimenti ad altri esseri senzienti (la formica, la farfalla, il cinghiale…) rendono la lettura molto piacevole.
La spiritualità e la gioia di vivere vengono ritenute componenti indispensabili dell’Ecologia Profonda. In effetti, anche se un’ala del movimento insiste solo sulla necessità di una visione sistemica-olistica della Terra, la componente religiosa-spirituale è essenziale per soddisfare l’attuale esigenza di sostituire le religioni tradizionali con profondi legami empatici con la Vita.

Il collegamento spirituale all’interno del Complesso dei Viventi è essenziale per una visione veramente ecocentrica, che ha risvolti religiosi-panteisti. Interessanti i passaggi continui e i riferimenti personali a “colloqui” con altri esseri senzienti. Non mancano poi numerose indicazioni sugli atteggiamenti da assumere nella nostra vita e sugli indirizzi da prendere con convinzione: passeggiare e vivere nella Natura è un ottimo modo per comprendere il tutto e rispettare quanto ci sta attorno, che ha un valore in sé e non in funzione umana.

Vi sono indicazioni per vivere più in sintonia con la Natura, anche in città, ma è dentro di noi che deve avvenire il cambiamento più grande. L’importanza dell’orto (orto urbano personale o Orto Botanico pubblico) per apprendere in modo pratico l’Ecologia Profonda è messa in evidenza molto opportunamente. Su questo punto finora solo Fritjof Capra aveva insistito, soprattutto per quanto riguarda la formazione dei bambini.

Nella parte finale sono riportati gli otto punti fondamentali dell’Ecologia Profonda (di Naess e Sessions) e il testo completo del Manifesto per la Terra, redatto e pubblicato nel 2004 da due studiosi canadesi di biodiversità (Ted Mosquin e Stan Rowe) e ancora assai poco noto in Italia. Il testo termina con la “Carta per la rinascita della campagna”, in cui si parla anche dei diritti naturali dei contadini e dei popoli indigeni, toccando così tutti gli aspetti della crisi attuale presente in tutto il mondo.

Domenica 27 ottobre torna al centro Edelweiss l'erborista Mario Caira, vi aspettiamo

Siamo felici di ospitare nuovamente Mario Caira, erborista e proprietario dell’omonima azienda di prodotti naturali. Appuntamento a domenica 27 ottobre alle 18.00: si tratta di una conferenza rivolta a medici, farmacisti, naturopati e operatori del benessere. E’ gradita la prenotazione, contattare la segreteria entro venerdì 25 ottobre. 

Lunedi 28 ottobre Mario Caira resterà al Centro per tutta la giornata (dalle 10 alle 12  e dalle 15 alle 18) mentre la sera alle 20.30 terrà una conferenza aperta al pubblico. Anche in questo caso è gradita la prenotazione, contattare la segreteria entro venerdì 25 ottobre.

Chi è Mario Caira?

Noto erborista riconosciuto per i suoi prodotti di altissima qualità realizzati nel pieno rispetto della natura.

Il dipartimento di Biologia Ambientale ha pubblicato un articolo scientifico descrivendo la sua azienda e metodi di produzione garantendoli efficaci e sicuri. La sede dello stabilimento, nato nel 1980, si trova a Villa Laina, ai piedi del Parco Nazionale di Lazio, Abruzzo e Molise. Caira, da oltre trent’anni, si dedica con devozione alla sua attività con l’obiettivo di proporre rimedi a base di erbe officinali nel pieno rispetto della natura. In questi anni nasce anche il nuovo laboratorio di produzione del figlio, Michael Caira, che privilegia ingredienti vegetali da raccolta spontanea e coltivazioni aziendali certificate biologiche.

Nei prodotti finiti si ritrovano INTATTI i principi funzionali delle droghe selezionate, poiché il credo aziendale è la lavorazione delicata e specifica, mirata a ottimizzare l’estrazione delle sostanze utili all’organismo senza sottoporre le piante a procedimenti stressanti e deterioranti. I prodotti di Mario Caira fondono in sé i più moderni metodi di lavorazione senza tralasciare lo stretto legame con la natura che da sempre rappresenta l’ideale aziendale.

Per info contattare la segreteria del Centro oppure scrivere a info@centroedelweiss.com.

Erbe&Salute: il Melograno

La melagrana altro non è che il frutto del Melograno, un arbusto chiamato Punica Granatum con le sembianze di un cespuglio a foglie piccole e lunghe di colore verde. Le sue origini vanno ricercate nel Nord Africa e nel Caucaso.

Oggi il melograno cresce spontaneamente nelle regioni mediterranee dell’Asia e dell’Europa. I suoi fiori sono di colore rosso scarlatto e sono racchiusi in una specie di guscio tondeggiante che presenta alcuni petali sulla sommità. Anche i semi sono di colore rosso e vantano un succo dolce e dissetante, ricco di proprietà salutari.

Anticamente si pensava che il succo del melograno rappresentasse il sangue del dio Dioniso, e sembra che la dea dell’amore, Afrodite, lo avesse piantato sulla terra in suo onore. Fin dai tempi antichi la melagrana è stata considerata il frutto della fertilità: in alcune popolazioni, infatti, le spose lo utilizzavano per predire il numero di figli che sarebbero nati e spesso venivano intrecciati tra i capelli i rami del melograno, come augurio di fecondità; il simbolo di questo frutto è quindi l’abbondanza. Inoltre la fitoterapia e numerose recenti ricerche, attribuiscono al melograno numerose proprietà benefiche.

Il melograno contiene un’altissima percentuale di flavonoidi, (molecole organiche che troviamo nel regno vegetale, che sono una classe dei Polifenoli), che lo rende il principe degli antiossidanti naturali. Questi ioni infatti quindi combattono i radicali liberi (i responsabili di alcune malattie come i tumori e del nostro invecchiamento. Diversi studi inoltre hanno evidenziato che ha anche un effetto gastroprotettivo sullo stomaco.

Utilizzo in cucina:

La melagrana è stata molto utilizzata nella cucina medievale e già allora i suoi chicchi venivano usati nei per i ripieni e il suo gustoso succo veniva mischiato alle salse e ai sughi. I suoi frutti vengono utilizzati anche per preparare sciroppi, succhi di frutta, marmellate, gelatine, sorbetti, gelati e delizie di pasticceria.

Respiro circolare: una conferenza per approfondire la disciplina

Domenica 20 ottobre avrà luogo il seminario di gruppo sul respiro circolare tenuto dalla dott.ssa Anna Beltrame (orario 9.30-17.30). Portare abbigliamento comodo.

Che cos’è il respiro circolare?
Si tratta di una tecnica olistica che aiuta a respirare in maniera più rilassata e consapevole. Espandere il respiro aumenta l’energia del corpo e aiuta a sentirci più forti, a ritrovare il nostro potere personale e a stare bene con noi stessi e con gli altri.

Provate anche voi una giornata di esperienza con il Rebirthing per conoscere la tecnica e toccare con mano i benefici del respiro. Lavoreremo con la voce e il respiro e condivideremo le nostre esperienze.

Perché farlo?
– Per ottenere un respiro più aperto e rilassato
– Per aumentare l’energia del corpo e il benessere
– Per andare oltre le emozioni e i blocchi che ci limitano

A tu per te con il prof. Boccardo, terzo appuntamento: alla scoperta del mal di schiena

Insieme al Prof. Massimiliano Boccardo, approfondiamo diversi aspetti legati alla schiena e ai dolori. Per tutte le informazioni cliccare qui: http://www.massimilianoboccardo.it/.

Dietro la parola “mal di schiena” troppo spesso c’è una gran confusione, chiariamo quali e quante possono essere le tipologie?

Il mal di schiena, più propriamente detto, lombalgia è un disturbo molto diffuso. Si calcola, infatti, che affligga mediamente otto-nove persone su dieci. In alcuni Paesi è al primo posto, insieme alle malattie dell’apparato respiratorio, tra i motivi che spingono una persona a chiedere l’intervento del medico di famiglia, ad assentarsi dal lavoro o a chiedere il prepensionamento o l’invalidità civile. Negli ultimi decenni la sua incidenza è cresciuta notevolmente vuoi perché la vita media è aumentata, vuoi per il cambiamento dello stile di vita (sedentarietà), vuoi per la maggiore attenzione verso la propria salute tipica delle società più avanzate. Al giorno d’oggi si tende a medicalizzare disturbi che un tempo passavano quasi inosservati o si accettavano con più serenità.

Si tratta di un dolore talora vivo, talora sordo avvertito dal paziente generalmente a livello della colonna lombare, più spesso al passaggio lombo-sacrale. La sua sede è mediana con irradiazione mono o bilaterale a cintura, oppure agli inguini, al sacro ed ai glutei o addirittura all’addome.

Possiamo distinguere una forma acuta nella quale il dolore è vivo, improvviso, determina un blocco antalgico e fa assumere posture particolari (antalgiche), costringendo spesso il paziente all’immobilità. Ed una forma cronica con un dolore meno intenso, sordo che si accentua con i movimenti del tronco sul bacino o stando a lungo in piedi. Molte volte è più fastidioso al risveglio e tende a regredire durante la giornata a mano a mano che il paziente si attiva fisicamente.

Le cause sono molteplici. E’ esperienza comune di chi si occupa di lombalgia, il fatto di individuarne più di una causa nello stesso soggetto. Nella maggioranza dei casi non si arriva ad una diagnosi certa neppure se si segue un iter diagnostico scrupoloso programmato da un esperto. E’ quindi importante escludere le patologie gravi che peraltro hanno una incidenza assai bassa (0.3%).

Fra le cause più comuni annoveriamo :

1) La degenerazione “fisiologica” delle strutture che formano la colonna vertebrale

(vertebre, dischi,articolazioni, legamenti)

2) Sforzi, posizioni scorrette,traumi, affaticamento, sovrappeso

3) Disturbi dell’occlusione dentale, piedi piatti, diversa lunghezza degli arti inferiori

4) Infezioni o tumori.

Per quanto attiene alle cause dei primi due punti, che da sole coprono la stragrande maggioranza dei casi, dobbiamo ricordare che la colonna vertebrale degli umani è stata progettata e costruita per un animale quadrupede. Da quando abbiamo assunto la posizione eretta, la parte bassa della colonna ha subito una serie di adattamenti e si sottopone a stress ed usura decisamente superiori a quelli per i quali è stata progettata. A ciò si aggiunga che utilizzando la posizione seduta arriviamo ad aumentare notevolmente il peso che grava sulla nostra colonna lombare.

E’ intuitivo che tutto cìò vada ad accelerare la degenerazione delle strutture portanti (i piatti vertebrali si curvano o cedono, i dischi si disidratano e si assottigliano, le articolazioni si sublussano, i legamenti divengono lassi). Se a questo aggiungiamo qualche chilo di troppo,una scarsa tonicità della muscolatura del tronco, la cattiva abitudine del fumo e uno stile di vita troppo sedentario, è intuitivo che il processo degenerativo acceleri e che il mal di schiena si faccia vivo!

BioTransEnergetica, una delle novità del centro: vi aspettiamo per il corso

Vi aspettiamo all’appuntamento del sabato mattina (ore 10.00-11.30 ) con la dott.ssa Martina Landucci per la lezione di La BioTransEnergetica (BTE).

Si definisce come disciplina psico-spirituale, appartenente al filone della psicologia transpersonale. Basata sull’importante lavoro clinico ed esperienziale svolto dai due fondatori, Pier Luigi Lattuada e Marlene Silveira, la BTE affonda le sue radici nella Filosofia perenne, nelle antiche tradizioni spirituali, in primis nello sciamanesimo afro- brasiliano. In questi anni ha fornito un contributo importante alla psicologia transpersonale rispetto agli studi sulla coscienza, integrando in modo equilibrato, al suo interno, non solo diversi approcci della psicologia occidentale, tradizioni orientali e sciamaniche, ma anche i recenti apporti della fisica quantistica e della nuova scienza olistica.

Si colloca quindi all’interno del vasto movimento della psicologia transpersonale riconoscendone i presupposti e condividendo con le antiche medicine tradizionali e le terapie psicocorporee la visione dell’organismo come un insieme di processi energetici.
La Biotransenergetica propone una metodologia fondata sull’esperienza interiore e l’esplorazione delle dimensioni della coscienza, con l’intento di realizzare la consapevolezza che si svela oltre i processi di pensiero della mente ordinaria. Un modello terapeutico olistico e transpersonale orientato alla realizzazione del Sé

"Il progetto di vita" vi aspettiamo al nuovo corso annuale: Il paradigma analogico

Martedì 15 ottobre avrà inizio il corso annuale “Paradigma analogico – La convergenza della gnosis” tenuto da Marco Fardin e Paolo Renati. Si tratta di un corso intensvo sulle legge e principi che regolano lo sviluppo della coscienza.

Il primo appuntamento si chiama Progetto di vita: l’ab-grund analogico e il Bimbo Universale, il divenire dello spirito come prodursi del reale. Leggi la locandina

Firma anche tu la petizione per salvare i farmaci omeopatici in Italia

E’ importante raccogliere 50 mila firme entro fine ottobre e per ora sono solo a 25 mila, bisogna quindi attivare le associazioni e le farmacie altrimenti bisognerà andare all’estero per acquistate farmaci omeopatici!

Cosa sta accadendo?

Sono 11 milioni le persone che si curano con i farmaci omeopatici.

Oggi, a seguito di recenti disposizioni, si teme l’eliminazione di molti farmaci omeopatici che hanno da tempo dimostrato valenza clinico-terapeutica.
Ecco perchè si richiede la vostra firma, per sostenere e difendere l’Omeopatia e i suoi farmaci e per far sì che l’Agenzia Italiana del Farmaco favorisca l’effettiva registrazione semplificata dei medicinali omeopatici attualmente presenti sul mercato; non imponga regole inadeguate e costi sproporzionati che limiterebbero e escluderebbero moltissimi farmaci, impedendo di fatto ai cittadini la libertà di scelta terapeutica, un principio fondante il Sistema Sanitario Nazionale. Per tutte le informazioni clicca qui: http://www.omeocom.it/

Di seguito il video del dott. Francesco Siccardi.

Lettura: "Smettila di reprimere tuo figlio"

Una lettura consapevole può aiutare voi genitori e il vostro bambino. “Smettila di reprimere tuo figlio” può aiutarvi a capire diversi aspetti dell’educazione, avrete sotto gli occhi:

 – La mappa per la crescita felice che ti guiderà ogni giorno a essere autonomo, sicuro e a fare sempre le scelte giuste nella crescita di tuo figlio da 0 a 21 anni

– Il libretto delle istruzioni per comprendere i bambini e gli adolescenti attraverso 5 fattori che influenzano tutte le aree della vita:
1. La fiducia e la complicità fra genitore e figlio
2. Le leggi di madre natura per la crescita felice fino a 21 anni
3. L’alimentazione che garantisce la vitalità e il benessere
4. La formula per mantenere tuo figlio in ottime condizioni di salute
5. La realizzazione e la felicità dei genitori

– La presentazione di più di 30 casi pratici: dalle coliche al raffreddore, dai capricci ai pianti continui, dalla difficoltà con i compiti al continuo bisogno di attenzione, dall’otite alla tosse, dagli incubi notturni alle gelosie.

Per tutte le informazioni e per acquistare clicca qui.