L'arte di tornare a casa… con il Feng Shui

L’energia della fine di settembre è preziosa come il colore del miele. Il sole avvolge le spalle con calore, e tornare a casa si fa dolce. Il mese, secondo l’antica tradizione taoista, è caratterizzato dall’elemento metallo a cui segue il mese di ottobre, elemento terra. La natura in questa fase dell’anno ha un comportamento Yin, ovvero si contrae, mira all’essenziale e al concreto. Questo è il periodo della sintesi, della valorizzazione del presente, anche in casa, riscoprendo il tepore domestico.

Secondo la disciplina del Feng Shui, anche lontani da casa rimaniamo strettamente connessi con il nostro territorio, ovvero lo spazio nel quale possiamo esercitare la nostra influenza: la nostra casa per antonomasia. Pur andando distanti, a livello animale rimaniamo sempre profondamente connessi con le nostre radici, ed è per questo che organizzare armoniosamente il nostro ambiente ci permette di vivere tutto l’anno il benessere che cerchiamo in vacanza.

Poche persone sanno infatti quanto davvero la casa rispecchi le nostre dinamiche personali, relazionali e lavorative, e quale positiva influenza possa avere la sua corretta riorganizzazione e armonizzazione. Attraverso la lettura della casa è possibile identificare punti di forza e di debolezza e trovare creativamente soluzioni per armonizzare e valorizzare ciò che si ha, intervenendo a seconda dei casi con piccoli ma mirati accorgimenti volti a riattivarne l’energia o, in modo più incisivo, dando una nuova vibrazione e impulso agli spazi, attraverso la riorganizzazione degli arredi, la scelta dei colori, delle luci, dei materiali…

La consulenza Feng Shui è sempre personalizzata e unica, finalizzata al sostegno dei suoi abitanti, oltre che al potenziamento, all’armonizzazione e alla valorizzazione estetica degli ambienti: il modo in cui si agisce negli ambienti deriva infatti dalle caratteristiche peculiari della casa e dalla situazione contingente della famiglia.

Ogni periodo dell’anno, secondo i taoisti, è connesso ad una particolare vibrazione, come una tensione e una corrente naturale espressa nel tempo e nello spazio. Abitare a ritmo con il Tao a settembre e ottobre significa osservando il presente con le mille sfumature delle foglie d’autunno e girare per casa valutando ciò che essenziale e ciò che può essere eliminato, facendo spazio e semplificando, sia fuori che dentro.

arch. Barbara Sabrina Borello, consulente Feng Shui

babo-design.it