Petizione: "Insieme per l'omeopatia"

Sono 11 milioni le persone che si curano con i farmaci omeopatici e oltre 20mila sono i medici che li prescrivono. Alla luce dei progressi della scienza, l’omeopatia si pone come disciplina che cura in modo efficace con dosi infinitesimali, quindi non tossiche. I rimedi omeopatici svolgono una funzione terapeutica specifica per ogni paziente, eliminano quelle tossine o sostanze che hanno provocato la malattia, ristabilendo l’equilibrio psico‐fisico che era venuto a mancare.

Lasciamo ai cittadini la libertà di scegliere come curarsi. Oggi, a seguito di recenti disposizioni, si teme l’eliminazione di molti farmaci omeopatici che hanno da tempo dimostrato valenza clinico-terapeutica. L’Europa ha riconosciuto la validità e la peculiarità dei farmaci omeopatici e ha richiesto ai Paesi membri di registrarli con una procedura semplificata, diversa da quella per i farmaci tradizionali. Ma in Italia, a causa di procedure eccessivamente complesse e di costi altissimi per la registrazione, molte terapie omeopatiche potrebbero non essere più disponibili.

Aspetto importante, in un momento di crisi economico – finanziaria come quello che stiamo vivendo, è che a tutt’oggi il settore dell’Omeopatia continua a crescere: occupa migliaia di persone e destina più del 3% alla ricerca medico-­‐scientifica. E’ noto che l’Omeopatia è:

Sana -­ La natura ama e cura se stessa. Come diceva Ippocrate ciò che ha provocato la malattia la guarisce. I farmaci omeopatici sono desiderati dai pazienti e non provocano effetti indesiderati;

Giusta -­ Si avvale delle capacità intrinseche della natura stessa, che è il bene comune per antonomasia e come tale non solo cura, ma risolve gli infiniti dolori del corpo e dell’anima;

Bella -­ Ricerca un modus vivendi che premi la qualità della vita e la sua armonia con la natura e i suoi cicli biologici. Si fonda quindi sulla bellezza del corpo e dell’anima.

CLICCATE petizione_stampa per sostenere e difendere l’Omeopatia e i suoi farmaci per far sì che l’Agenzia Italiana del Farmaco favorisca l’effettiva registrazione semplificata dei medicinali omeopatici attualmente presenti sul mercato; non imponga regole inadeguate e costi sproporzionati che limiterebbero e escluderebbero moltissimi farmaci, impedend di fatto ai cittadini la libertà di scelta terapeutica, un principio fondante il Sistema Sanitario Nazionale.