Erbe&Salute: la Lavanda

Dal campo di lavanda, in ogni stagione dell’anno, sembra salire un semplice senso di pace, anche nel profondo inverno quando i cespugli argentati se ne stanno silenziosi.

La lavanda è l’emblema della famiglia delle aromatiche dove l’aroma lascia il posto a qualcosa di più delicato: il profumo, così gradito ad api e farfalle. Tutto il paesaggio gode di questo senso di purezza e di quiete. Esistono numerose varietà che si distinguono per colore, odore e periodo di fioritura. La lavanda ibrida, quella che solitamente è venduta nei vivai o mercati, detta anche lavandino, produce un olio essenziale, meno pregiato, che si usa per profumare.

Questa settimana vediamo come prepararci un buon oleolito.

Si prepara con il metodo del sole dopo aver raccolto le spighe fiorite (in piena fioritura). I fiori andranno a macerare in un buon olio extra vergine di oliva oppure di jojoba (in una bottiglia o contenitore di vetro) per almeno 40 giorni di sole effettivo. La proporzione sarà di 100 grammi di pianta per 300 gr di olio, fate attenzione, l’olio deve sempre coprire la pianta.

Trascorsi 40 giorni di sole potete filtrare il vostro oleolito con un setaccio a trama fine. Per la conservazione occorre utilizzare bottiglie scure ben chiuse e sistemarlo in un ambiente fresco. L’oleolito durerà così dai 18 ai 24 mesi. Potrete utilizzarlo sulla pelle per massaggi rilassanti o rigidità muscolari, per equilibrare pelli impure e acneiche ma anche per arrossamenti e pelli delicate e sensibili.

La lavanda è una pianta molto equilibrata e le sue qualità calmanti, lenitive, disinfiammanti e purificanti, sono applicabili anche per la bellezza dei capelli. Armonizzare è la parola d’ordine, la lavanda apporta calma, serenità ed equilibrio.

Ricette: gelati fatti in casa, mai cosí facili!

Ecco due ricette per fare un ottimo gelato senza l’utilizzo della macchina apposita e senza nessuna bustina.

IL BISCOTTO:

Prendete della panna fresca e montatela nel mixer, aggiungete un po’ di zucchero vanigliato o del cacao dolce. Poi spalmatela tra due Oro Saiwa o due Digestive e metteli in freezer per un paio d’ore.

IL GELATO

Utilizzate lo yogurt che piú vi piace. Comprate deli stecchi di legno e infilzateli nel vasetto, con della carta stagnola aiutatevi a tenerli dritti. Stessa procedura, poneteli in freezer per un paio d’ore e buon appetito!

Lettura: "La vita segreta delle piante"

Questa settimana vi segnaliamo il libro di Peter Tompkins: “La vita segreta delle piante”.

Le piante sono molto importanti per la nostra esistenza e qualità della vita, influenzano positivamente il nostro umore perché anche loro hanno un’anima. Una lunga tradizione di studi e ricerche dimostra che provano emozioni proprio come noi, comunicano attraverso i profumi e i colori, entrando in contatto con l’uomo grazie a una misteriosa percezione extrasensoriale.

Come in un romanzo appassionante, Peter Tompkins racconta tutto questo e molto di più, si avventura nei meccanismi sottili e invisibili del mondo vegetale. Sin dalla sua pubblicazione “La vita segreta delle piante” è stato un libro che ha suscitato uno straordinario interesse; un long seller che ha dischiuso anche ai lettori più scettici i segreti di un nuovo, incredibile universo.

Erbe&Salute: prepariamo un tonico con il Fiordaliso

Come anticipato sulla scorsa newletter, questa settimana continuiamo a parlare del Fiordaliso: vediamo insieme come preparare un buon collirio e un tonico per gli occhi.

L’ idrolato di Fiordaliso, con l’aggiunta di poco sale, è un ottimo decongestionante per gli occhi stanchi, gonfi e arrossati.

Le proprietà del Fiordaliso sono riconosciute dalla medicina popolare che lo utilizza per le sue virtù decongestionanti e calmanti su occhi e palpebre in caso di arrossamenti e congiuntiviti.

Nei bambini viene spesso utilizzato per la sua dolcezza e delicatezza.

Tonico rinfrescante per il contorno occhi, per ridare luce agli occhi dopo una giornata trascorsa al chiuso, facile e veloce da preparare.

40 ml di acqua aromatica di fiordaliso

10 ml acqua aromatica di rosa

10 ml acqua aromatica di angelica

20 ml acqua aromatica di lavanda vera

20 ml acqua aromatica di sambuco

Mescoliamo gli ingredienti in una boccetta. Si conserva a temperatura ambiente per 12-18 mesi se le acque sono di buona qualità.

Erbe&Salute: il Fiordaliso

Il fiordaliso è una pianta molto speciale, ormai rarissima allo stato spontaneo.
E’ una composita annuale che di preferenza cresce su campi coltivati a cereale in compagnia del papavero. L’agricoltura industriale e l’ormai diffusa pratica del diserbo l’hanno portato a scegliere solo zone submontane dove ancora, come per magia, produce i suoi numerosi e splendidi fiori blu.

Un tempo i ragazzi innamorati portavano un fiordaliso per capire se il loro amore era corrisposto. Se il fiore appassiva presto era considerato un segno che l’amore non era corrisposto. In passato e in alcuni casi anche ai giorni nostri veniva usato come simbolo da diversi movimenti politici con indirizzo liberale.

Del fiordaliso si raccolgono i fiori e con questi si possono ottenere diverse preparazioni in maniera molto semplice.
Un oleolito per esempio. Che possiamo prepararci con il metodo del sole, utilizzando un buon olio di jojoba e i fiori di fiordaliso leggermente appassiti all’ombra.

Il risultato sarà un preparato delicato, utilissimo per le preparazioni di oli per il viso, per il contorno occhi e per il collo. Decongestiona, calma, porta luce e libera la bellezza della nostra pelle. Utilissimo anche per impacchi tiepidi agli occhi dopo una giornata di monitor o di luci al neon. Due compresse di cotone idrofilo intrise di un decotto di fiordaliso da lasciare in posa 15-20 minuti, allevia anche arrossamenti e bruciori.

La prossima settimana vedremo come preparare un collirio semplicissimo ed un buon tonico per il contorno occhi.

Lettura: La mia Bibbia degli oli essenziali

Lettura della settimana: “La mia Bibbia degli oli essenziali” La guida più completa all’aromaterapia di Danièle Festy.

Questo libro rappresenta la più completa che vi permette di:

– Conoscere i 79 oli essenziali più efficaci: albero del tè, arancio, eucalipto, ylang-ylang… ognuno con le sue proprietà: da ingerire, respirare, diffondere, applicare sulla pelle attraverso compresse, massaggi o bagni.

– Utilizzare le modalità di somministrazione più efficaci.

– Individuare le zone del corpo su cui intervenire con i diversi massaggi, grazie a illustrazioni chiare e dettagliate.

– Crearvi il vostro kit personalizzato, per avere ogni giorno a portata di mano i «vostri» oli indispensabili: per i bambini, le future mamme, gli anziani… a ciascuno il suo! Oltre 200 trattamenti su misura per contrastare malattie e disturbi.

– Tenere sempre in borsa gli oli essenziali per le emergenze: contro il mal di testa e per favorire la digestione (menta), oppure antistress (camomilla)! In più, tanti consigli per sfruttare al meglio gli oli essenziali per rinfrescare la vostra casa, rendere più profumati e digeribili i vostri piatti, e come cosmetici 100% naturali.