Gusto&Salute: la Calendula

Con la sua vitalità e il suo vivace colore la Calendula diffonde allegria ed energia dalla tarda primavera all’autunno.

Il nome della varietà coltivata è Calendula officinalis e cresce in tutta Europa. Nell’antica Roma veniva chiamata “Sponsa solis”, la sposa del sole.
Nell’erboristeria la Calendula è apprezzata per le numerose virtù. Porta “chiarezza” quando accadono piccoli traumi sulla pelle, abrasioni, ustioni. Facilita la guarigione dei tessuti, sia della cute esterna sia delle mucose interne (come gengivite, gastrite). I suoi fiori sprigionano uno strano profumo che non sa propriamente di fiori, bensì di burro di montagna. In effetti in Svizzera e in Austria con i suoi petali si prepara una crema gustosissima.

Ecco come: si lavora del burro freschissimo fino a renderlo molto cremoso e si mescola con i petali di Calendula e poche gocce di limone. Con il dosatore per gelato si formano delle palline e si serve freschissima per accompagnare del buon pane integrale appena sfornato, o per condire le patate lesse, una prelibatezza!