Gusto&Salute: l'Achillea millefoglie

E’ una pianta ampiamente diffusa in Europa e in Italia, relativamente comune sull’intero arco alpino, è diffusa sulle Alpi occidentali e in Piemonte. I suoi fiori ricordano piccoli ombrelli e possono avere un colore bianco o rosato. Si utilizzano le foglie, i fiori e la pianta intera. La fioritura va da giugno a settembre e i fiori si raccolgono da luglio.

L’achillea viene usata come amaro – tonico, stomachico e antispasmodico dell’apparato digerente e trova ampio impiego nelle preparazioni erboristiche che influenzano positivamente la funzione digestiva ed epatica. Queste attività sono dovute alla presenza di un olio essenziale, l’achilleina, presente sopratutto nei fiori.

Ecco una ricetta per prepararvi una tisana dalle spiccate proprietà depurative
15 gr foglie di achillea, 5 gr di rosmarino, 5 gr di salvia, 10 gr di liquirizia radice e 20 gr di ortica. Da bere sempre lontano dai pasti.

Curiosità: un altro utilizzo che caratterizza questa pianta è la capacità di schiarire progressivamente le macchie scure della pelle. A questo scopo viene spesso consigliato di diluire un paio di gocce di olio essenziale in un flaconcino di olio di rosa mosqueta e di massaggiare il viso la sera prima di coricarvi. Una vera coccola…