L'associazione PS 76 insieme a noi alla festa di Natale: in vendita ottimo riso solidale

Siamo felici di accogliere un ospite speciale per la festa di Natale di sabato 15 dicembre: l’associazione PS 76.

In occasione dell’evento gli operatori di Ps 76 allestiranno un banchetto dove metteranno in vendita il riso solidale. Per tutte le info clicca qui.

PS76 è un’ associazione di volontariato che sviluppa progetti in Paesi in via di sviluppo. Nasce nel 2005 da un gruppo di amici che hanno deciso di mettere a disposizione le proprie competenze organizzative e imprenditoriali.

L’obiettivo dell’associazione è aiutare le persone a utilizzare le risorse a disposizione nel territorio in cui abitano, in modo che riescano ad avviare attività produttive in autonomia sostenibili nel tempo, che consentano loro una vita dignitosa all’interno del proprio Paese, senza essere essere costretti a cercare altrove alternative migliori.

Gli interventi sono impostati e attuati con le persone che li porteranno avanti dopo che PS 76 li avrà avviati insieme ai locali.

“Insieme” perché lo sviluppo non può essere importato, ma si costruisce solo attraverso uno scambio reciproco.
Lo Statuto recepisce l’impostazione sopra esposta perché vi sono scritte anche le norme che regolano la vita associativa.

Il consiglio direttivo è attualmente formato da: Filippo Pongiglione (Presidente) e Giuseppe Picone(Vicepresidente) e Stella Cannizzaro
Attualmente l’associazione è formata da 30 soci.

Festa di Natale, ci siamo, vi aspettiamo domani numerosi!

Il centro Edelweiss è felice di accogliervi per la consueta festa di Natale. Siete tutti invitati insieme ai vostri amici e parenti. Potrete visitare il nostro Centro e accedere a alle promozioni, ma soprattutto potremmo conoscerci!

I nostri operatori saranno in sede per illustrarvi le loro attività, mostrarvi e discipline e approfondire argomenti che sono la nostra missione: diffondere benessere e salute.

Per questo evento non è richiesta nessuna prenotazione, la vostra presenza sarà il regalo più gradito.

Vi aspettiamo sabato 15 dicembre a partire dalle 18.00 per un brindisi in compagnia e  festeggiare il Natale.

Lo staff

Al via il primo laboratorio di cosmetica dei Contadini della Vesima

I contadini della Vesima si prendono cura della terra e anche della bellezza!

Durante il mercatino del sabato mattina (in programma dalle 10.00 alle 12.00) oltre a poter acquistare ottima frutta e verdura bio,  potrete partecipare al primo Laboratorio di cosmesi naturale con Susanna e Silvia.

C’è ancora qualche posto disponibile, i Contadini sono felici di accogliervi ma è gradito un preavviso. Per informazioni contattare il 339-3958577.

FESTA DI NATALE

I contadini della Vesima saranno presenti con un loro banchetto alla festa di Natale del centro Edelweiss in programma sabato 15 dicembre dalle 18.00. Non mancate, sarà ua fantastico occasione per conoscerli e poter acquistare i loro prodotti.

Il porto dei piccoli e le sue iniziative: sabato 1 dicembre si salpa per il Museo marinaro

Continuano le iniziative del Porto dei piccoli.

Sabato 1 dicembre Chiavari, 1 dicembre l’allegra ciurma de “Il Porto dei piccoli” ONLUS raggiungerà il Museo Marinaro “Tommasino-Andreatta” di Chiavari. I piccoli, insieme ai genitori, ai volontari e agli operatori dell’Associazione, raggiungeranno una delle raccolte marinare più belle ed interessanti del territorio Ligure, realizzata grazie ai Comandanti Tommasino e Andreatta, a bordo di un mezzo speciale: un autobus storico del 1979, iscritto regolarmente al Circolo Italiano Camion Storici “Gino Tassi”. Consulta la locandina MUSEO MARINARO.

COS’E IL PORTO DEI PICCOLI?

L’Associazione  dal 2005 avvicina i bambini in ospedale e le loro famiglie alla cultura del mare, del porto e della natura attraverso un percorso di gioco e conoscenza, guidato da operatori e volontari formati con l’obiettivo di distrarli dalla malattia, creando per loro occasioni di socializzazione e apprendimento.

L’Associazione è attiva attualmente a Genova nelle Unità Operative dell’Istituto G. Gaslini, presso le Case di Accoglienza della Croce Rossa, delle Associazioni “Cilla” e “UNITALSI” e nelle Strutture Pediatriche degli Ospedali di
Savona, Sanremo, Imperia e La Spezia. Ai progetti in ospedale si affiancano le attività in esterno, vero tratto distintivo de “Il Porto dei piccoli”: le Esplorazioni.

Dal 2011 l’Associazione, attraverso il progetto “Il mare a casa tua”, porta svago e sostegno anche ai bambini in terapia domiciliare. Presidente dell’Associazione è Ignazio Messina, Presidente onorario è il Professor Lorenzo Moretta, Direttore Scientifico dell’Istituto “G. Gaslini”.

Appuntamento per scoprire il calendario Maya, venite a trovarci l'incontro è gratuito

Torna il 6 dicembre il seminario dedicato alla scoperta del calendario Maya. L’appuntamento, gratuito, è dalle 20,30 alle 22,30 con  Marco Fardin, naturopata, studioso del Calendario Maya secondo l’interpretazione di C.J. Calleman.

Il Calendario Maya è un complesso sistema calendrico con il quale la civiltà mesoamericana (attuali Messico e Guatemala) ha elaborato un sistema completo nella comprensione dell’Evoluzione della Coscienza Universale.

Esso prova che esiste un Piano Evolutivo Divino e che, nell’ultimo livello evolutivo che ora ci influenza, la Co-creazione Consapevole o Coscienza Universale, con un ritmo velocissimo di cambiamento, spetta ad ognuno di noi compiere il passaggio ad un mondo di Consapevolezza e Unità.

Per info:  p.zza Palermo 5/35 www.centroedelweiss.com
Marco Fardin: marco@coscienzacreativa.com Cell. 320 1843977

Arriva il corso di pilates con una super campionessa: Paola Fraschini

In occasione della festa di Natale del 15 dicembre verrà presentato il corso di Pilates che partirà da Gennaio 2013 presso il centro Edelweiss.

Il Pilates è un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato, essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale.

Il metodo è indicato anche nel campo della rieducazione posturale.

In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena.

Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alle pelvi. Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare.

Insegnante: Paola Fraschini, fisioterapista, atleta della Nazionale italiana di pattinaggio, specializzata in fisioterapia sportiva e metodo Fisios-pilates.

Buona e natalizia, conosciamo la frutta secca a guscio

Si tratta di un alimento decisamente ipercalorico. Viene definita frutta oleosa in virtù del suo alto contenuto in grassi che si trovano, però, sotto forma di acidi grassi insaturi e polinsaturi e svolgono un’azione benefica nel contrastare le cosiddette malattie del benessere, contribuendo ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e riducendo il rischio di aterosclerosi e di cardiopatie.

Infatti, è priva di colesterolo. Recenti studi l’hanno riabilitata dal punto di vista nutrizionale e la sua povertà d’acqua la rende un cibo “concentrato” estremamente ricco di energie e di calorie.

A maggior pregio della frutta secca a guscio bisogna dire che, oltre ad avere il guscio che naturalmente la protegge, di solito arriva da aree agricole dove non ci sono produzioni di tipo intensivo e dove quindi è basso l’uso di pesticidi e di concimi chimici. In conclusione si può affermare che grazie al suo contenuto in grassi essenziali, proteine, vitamine, sali minerali, fibre e zuccheri, la frutta secca rappresenti un alimento di prim’ordine.

Tutta la frutta secca è altamente digeribile quando consumata a colazione o come spuntino e, in virtù dell’alto contenuto in fibre, aiuta la funzionalità intestinale.

Fonte: teatronaturale.it

Si parla forma e simbolo al prossimo seminario di Feng Shui

Mercoledì 05 dicembre dalle 20.30 alle 22.30 vi aspettiamo per il corso di Feng Shui, forma e simbolo.

Parleremo di forme semplici (5 energie) e complesse (Ba Chop). Affronteremo l’influenza sottile delle forme e dei simboli negli spazi interni ed esterni. Seguiranno esempi concreti. A condurre l’incontro sarà Barbara Borello con la partecipazione di Marco Fardin, naturopata.

Il nostro ambiente ci rispecchia. L’integrazione delle due discipline nasce dal desiderio di fornire delle indicazioni pratiche e sicure affinché i partecipanti possano lavorare direttamente sul proprio spazio interiore ed abitativo a partire dai propri modelli di approccio alla vita.

La struttura architettonico-energetica della casa e le dinamiche dei suoi abitanti sono in stretto rapporto: un cambiamento interiore genererà l’esigenza di una trasformazione del proprio ambiente fisico, e al contempo l’armonizzazione spaziale concorrerà ad una trasformazione nelle relazioni affettive, familiari e lavorative.

Per info:

Barbara Sabrina Borello, architetto e consulente Feng Shui.
Cell 339.1310737 e-mail info@babo-design.it www.babo-design.it

Marco Fardin, naturopata e consulente in discipline bio-naturali, specializzato in Naturopatia pediatrica, Bioenergetica ed Aromaterapia, docente della Scuola di Naturopatia ANP Training. Cell. 320.1843977 e-mail marcofardin@yahoo.it

Seminario di bioenergetica: scopriamo le 5 tipologie

Non mancate martedì 27 novembre 2012, ore 18,00-20,00 al seminario di bioenergetica: L’armatura o corazza corporea: le 5 tipologie bioenergetiche. Visualizzare un’esperienza è come viverla: impariamo ad immaginare.

La parte del corso dedicata alla bioenergetica ha lo scopo, attraverso gli esercizi preposti, di trasformare lo stress in piacere. La bioenergetica è una disciplina psico-corporea che utilizza esercizi fisici e respiratori, accompagnati dall’uso della voce, per liberare le nostre energie e permetterci di contattare il nucleo di noi stessi. Ogni tensione muscolare cronica rappresenta a livello bioenergetico un’inibizione ad esprimere determinati sentimenti: la tensione fisica è la controparte corporea dell’inibizione psicologica. Gli esercizi bioenergetici aumentano il nostro livello di energia tramite una sequenza di movimenti che facilita lo scioglimento delle tensioni
muscolari e dei blocchi corporei, aiutandoci così a sentire ed esprimere le emozioni.

La parte dedicata alle tecniche di rilassamento ha lo scopo di risvegliare la saggezza del corpo. Le tecniche di visualizzazione, meditative e di rilassamento aiutano a liberare le nostre capacità personali, a ritrovare fiducia in noi stessi e ad aumentare l’autostima attraverso il contatto con le risorse della nostra intelligenza emotiva e creativa. Dopo una prima fase dedicata all’induzione al
rilassamento, la voce dell’operatore, con un linguaggio evocativo e ricco di simboli, ci accompagna nel cammino che porta alla conoscenza di noi stessi, per riscoprire la gioia di esprimerci per ciò che siamo veramente. Attraverso il lavoro corporeo e analogico-evocativo portiamo in modo dolce ed efficace cambiamenti nel nostro essere interiore per vivere nel ben-essere e nella serenità.

Ecco a voi la ricetta del bucato "come una volta"

La parola bucato deriva dal recipiente bucato in fondo ( da qui la derivazione del termine) con un tappo, in cui si poneva la biancheria da lavare. Sopra questa si versava la “lisciva“, ottenuta facendo bollire per delle ore la cenere con tanta acqua, il tutto si lasciava agire per diverse ore.

Poi si toglieva il tappo, si recuperava la lisciva e dopo averla fatta ribollire, si conservava per la volta successiva. Non proseguo con la narrazione del lavoro faticoso di lavare e sciacquare delle nostre nonne e bisnonne, anche se un piccolo pensiero d’ amore e di comprensione ci starebbe.

Oggi possiamo ancora usare la lisciva per il nostro bucato e per pulizie perché è ricca di carbonato di potassio, sostanza dal forte potere sgrassante. Possiamo preparala da sole. Le persone che non hanno una stufa a legna o un caminetto possono richiedere a una pizzeria la cenere dopo la pulizia del forno.

PREPARAZIONE – Setacciate la cenere, in caso di asma copritevi il naso con una mascherina. Usate solo la cenere  di legna (meglio se proviene dal faggio, quercia, rovere, noce o leccio), con pochi residui di carta. Mettetela in un contenitore dove si possa rilevare il volume, trasferitela poi in un sacchetto di tela o una vecchia federa.

Si fanno bollire 5 parti di acqua rispetto al volume della cenere. Quando l’acqua bolle si pone il sacchetto nella pentola, usatene una alta e capiente. Coprite col coperchio e fate bollire per un’ ora. Spegnete il fuoco e si lasciate riposare il tutto per alcune ore. Poi togliete il sacchetto facendolo colare, travasate il liquido ottenuto in una bottiglia o più bottiglie.

UTILIZZO – Va bene per capi di biancheria da casa che si lavano a 60°, non per seta e delicati. Si può lavare il bucato mettendone 2 bicchieri nella vaschetta della lavatrice. A parte si può raccogliere la pasta che è rimasta dentro al sacchetto, mettendola in un contenitore. Potete usarla come una qualsiasi polvere abrasiva mettendone un po’ su uno straccio umido. Si sciacqua con facilità. Ottima per tutti i metalli, l’inox e i sanitari.

Entrambi i prodotti ottenuti si conservano a lungo (anni) in contenitori. Sono molto concentrati, altamente basici e possono quindi pizzicare o irritare la pelle. Usate sempre i guanti quando li maneggiate. Non utilizzateli per bucati a mano, ma solo in lavatrice a temperature alte.