Seminario Grafologia e metodo Feuerstein, obiettivo: l'autorientamento

Appuntamento martedì 23 ottobre, dalle 18.30 alle 20.30, con il seminario “Potenzialità individuali e auto-orientamento: introduzione a Grafologia e Metodo Feuerstein“. Conducono Sabina Bianchi e Maria Teresa Morasso.
Due diversi strumenti per un obiettivo comune:

– Fornire una mappatura dei punti di forza e dei punti di debolezza che fanno di ciascuno di noi un essere unico
– alcune linee guida pratiche per trasformare la conoscenza di sé in strumento di evoluzione personale

La specificità dell’incontro è data dall’opportunità di potersi osservare contemporaneamente da due diversi punti di vista, quello grafico e quello metacognitivo, con la ricchezza che ne consegue. I due incontri intendono essere un “assaggio” teorico/pratico di ciascuna metodologia e della loro possibile integrazione. Sono previsti successivi incontri di approfondimento, individuali o di gruppo, per chi sarà interessato.

Grafologia: studia il gesto grafico, risultato di una complessa attività cerebrale e neuromuscolare. Attraverso una metodologia rigorosa e oggettiva è possibile risalire dalla scrittura alla struttura e alle dinamiche di personalità.

Metodo Feuerstein: prende il nome da Reuven Feuerstein, psicologo rumeno oggi ultranovantenne che dai tempi del lavoro con i bambini reduci da Auschwitz all’attuale coordinamento dell’ICELP (The International Center for the Enhancement of Learning Potential www.icelp.org) non ha mai smesso di credere e di dimostrare che “ogni uomo è modificabile” e che l’intelligenza (intesa come la capacità di sapersi adattare in modo creativo ed efficace ai cambiamenti interni ed esterni della vita) può essere insegnata. I percorsi
(individuali o di gruppo) possono essere rivolti a tutti, dai bambini agli anziani, dai diversamente abili alle aziende. La metacognizione (ovvero imparare ad imparare) è l’obiettivo comune.