Grafologia e metodo Feuerstein, scopriamoci insieme

Martedì 2 ottobre dalle 18,30 alle 20,30 e martedì 9 ottobre dalle 18,30 alle 20,30 presso il nostro centro si terranno gli incontri:

Potenzialità individuali e auto-orientamento. Introduzione a Grafologia e metodo Feuerstein.

A tenere gli appuntamenti sono Sabina Bianchi, psicologa e mediatrice Feuerstein, e Maria Teresa Marasso, grafologa e presidente Agi, sezione Liguria.

Due diversi strumenti per un obiettivo comune: fornire una mappatura dei punti di forza e dei punti di debolezza che fanno di ciascuno di noi un essere unico, dare alcune linee guida pratiche per trasformare la conoscenza di sé in strumento di evoluzione personale.

La specificità dell’incontro è data dall’opportunità di potersi osservare contemporaneamente da due diversi punti di vista, quello grafico e quello metacognitivo, con la ricchezza che ne consegue.

Gli incontri intendono essere un “assaggio” teorico/pratico di ciascuna metodologia e della loro possibile integrazione. Sono previsti successivi incontri di approfondimento, individuali o di gruppo, per chi sarà interessato. Per info contattare il centro, è consigliabile prenotarsi entro il 30 settembre.

CURIOSITA’

Grafologia: studia il gesto grafico, risultato di una complessa attività cerebrale e neuromuscolare. Attraverso una metodologia rigorosa e oggettiva è possibile risalire dalla scrittura alla struttura e alle dinamiche di personalità.

Metodo Feuerstein: Potenzialità individuali e auto – orientamento:
introduzione a Grafologia e Metodo Feuerstein prende il nome da Reuven Feuerstein, psicologo rumeno oggi ultranovantenne che dai tempi del lavoro con i bambini reduci da Auschwitz all’attuale coordinamento dell’ICELP (The International Center for the Enhancement of Learning Potential www.icelp.org) non ha mai smesso di credere e di dimostrare che “ogni uomo è modificabile” e che l’intelligenza (intesa come la capacità di sapersi adattare in modo creativo ed efficace ai cambiamenti interni ed esterni della vita) può essere insegnata. I percorsi (individuali o di gruppo) possono essere rivolti a tutti, dai bambini agli anziani, dai diversamente abili alle aziende. La metacognizione (ovvero imparare ad imparare) è l’obiettivo comune.